giovedì , 13 Maggio 2021
L'ospedale San Bassiano di Bassano del Grappa

“La sanità veneta fa acqua da tutte le parti”

Bassano del Grappa – “La sanità veneta fa acqua da tutte le parti. Lo dimostra la situazione denunciata negli ultimi giorni a Bassano, come purtroppo tante altre in Regione. E non vale certo il detto: mal comune mezzo gaudio”. Così il capogruppo del Partito Democratico in consiglio regionale, Stefano Fracasso, commentando la situazione che si è creata nell’ospedale bassanese, dove alcuni reparti rischiano di rimanere per mesi senza primari.

“L’Azienda zero – ha aggiunto Fracasso – doveva assicurare mirabolanti risparmi, da investire in servizi e personale. Il risultato è invece meno servizi e meno personale. Non si tratta di fare campagna elettorale sulle schede, ma di riconoscere che la grande riforma ha partorito un topolino. Qualcuno si ricorda la promessa di Zaia degli esami fatti di notte per eliminare le liste di attesa? Altro che di notte, di questo passo gli esami non li faremo più neanche di giorno”.

“E se guardiamo fuori dagli ospedali – conclude il capogruppo Pd – la musica non cambia: i servizi territoriali sono ridotti all’osso, le medicine di gruppo e gli ospedali di comunità fermi al palo. Chi pensava che bastasse scrivere primari e primariati sulle schede adesso deve fare i conti con la realtà. Si sono vendute illusioni perché senza medici i reparti sono solo scatole vuote. E questo vale per Bassano come per tanti altri ospedali del Veneto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità