Breaking News

“La favola d’Orfeo” al Vicenza Opera Festival

Vicenza – Va in scena, dal 21 al 24 ottobre, al Teatro Olimpico, la seconda edizione del Vicenza Opera Festival, ideato dal maestro Iván Fischer e realizzato dalla Società del Quartetto. Dopo il Falstaff verdiano proposto nel 2018, quest’anno il maestro ungherese, alla testa della Iván Fischer Opera Company  (ne fanno parte la Budapest Festival Orchestra, un cast internazionale di cantanti e un corpo di ballo di tredici danzatori), va agli albori del genere operistico proponendo una speciale versione de “La favola d’Orfeo” di Claudio Monteverdi, che debuttò a Mantova nel 1607.

“L’opera – si legge nella presentazione -, di scena all’Olimpico in prima nazionale in tre date: 21, 23 e 24 ottobre, è frutto di un meticoloso lavoro di ricerca che porta alla ribalta, per la prima volta, l’originale finale “dionisiaco” pensato dal librettista Alessandro Striggio. In sostanza, la musica degli ultimi minuti dell’Orfeo stata scritta ex novo da Fischer. L’inedita operazione culturale e la fama di Fischer e della Budapest Festival Orchestra hanno suscitato interesse e curiosità, sia fra il pubblico che fra i critici musicali e gli addetti ai lavori”.

È di questi giorni infatti la notizia che l’opera monteverdiana sarà trasmessa in streaming da una fra le più importanti piattaforme mondiali per la musica classica e con tutta probabilità l’Orfeo vicentinodiventerà anche un Dvd. Da segnalare inoltre che, grazie al contributo di Paolo e Caroline Marzotto, la prima rappresentazione de “La favola d’Orfeo” di lunedì 21 ottobre sarà trasmessa in diretta (a partire dalle 19,30) su un grande schermo posizionato in Piazza dei Signori assieme ad un congruo numero di sedie a disposizione di chi volesse seguire gratuitamente il capolavoro di Monteverdi.

Fra le altre iniziative collaterali del Vicenza Opera Festival sono da segnalare i tre incontri musicali che nel pomeriggio di martedì 22 ottobre avranno per protagonisti, in altrettanti luoghi della città, alcuni quartetti d’archi composti dai musicisti della Budapest Festival Orchestra. Si inizia alle 15 con l’appuntamento al Liceo Pigafetta (musiche di Haydn, Mozart e Weiner) seguito, alle 16, da due concerti ospitati alle case di riposo “Parco Città” (con una selezione di brani di Haydn, Čajkovskij, Hamerick, Dvořák e Weiner) e “Ottavio Trento”, dove saranno eseguiti pezzi di  Mozart, Dvořák, Elgar, Kreisler, Mendelssohn e Weiner. Gli incontri sono riservati agli ospiti delle strutture. Infine, alcuni mecenati vicentini hanno acquistato un centinaio di biglietti per le tre rappresentazioni della Favola d’Orfeo e li hanno messi a disposizione di studenti delle scuole superiori di Vicenza e provincia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *