Breaking News
Lo stabilimento di Trissino della Miteni
Lo stabilimento di Trissino della Miteni

I gruppi No Pfas protestano e chiedono bonifiche

Venezia – I diversi gruppi del movimento No Pfas hanno organizzato per domenica 20 ottobre una manifestazione a Venezia per chiedere all’amministrazione regionale di intervenire con la bonifica dell’area Miteni, sia nei terreni limitrofi che in quelli sottostanti alla ditta. Questo perchè si ritiene che la barriera idraulica non garantisca la messa in sicurezza dell’area e non risolva alla radice la fonte della contaminazione.

“E’ assolutamente urgente – scrivono in una nota i No Pfas – che i responsabili dell’inquinamento, e in loro in mancanza, gli enti pubblici competenti e in primo luogo la Regione Veneto, procedano all’immediata messa in sicurezza e bonifica al fine di salvaguardare le falde e tutto ciò che da esse dipende:  gli acquedotti, l’agricoltura e gli allevamenti. La manifestazione si svolge a Venezia, sede del governo regionale, perché i cittadini ritengono che la bonifica, dopo il fallimento dell’azienda, debba essere presa in carico dalle amministrazioni competenti senza ulteriori ritardi”.

“Ricordiamo che i Pfas – si legge ancora nella nota – sono sostanze persistenti, le quali, attraverso l’acqua e l’aria, hanno contaminato l’ambiente,  gli esseri viventi e centinaia di migliaia di cittadini di una vastissima area del Veneto. Attuare la bonifica è uno dei passi necessari e non più procrastinabili per garantire un ambiente migliore e maggiore salute per il futuro dei nostri figli.

Il ritrovo della manifestazione è previsto per le 10, nel piazzale antistante la stazione ferroviaria veneziana di Santa Lucia. Da lì partirà il corteo che si recherà a Campo della Salute. Ci sarà anche una particolare “caccia al tesoro alla bonifica” tra le calli di Venezia, nella quale saranno coinvolti i giovani e le famiglie saranno coinvolti in un’avvincente caccia al tesoro “alla bonifica” tra le calli di Venezia. Alla manifestazione parteciperanno anche alcune esponenti della rete di Mamme da Nord a Sud, una rete di madri che si sono mobilitate in varie zone d’Italia a difesa dei loro territori e della salute.

Un’altra protesta ci sarà poi il giorno 26 ottobre, in occasione della seconda edizione delle Giornate contro i crimini ambientali (previste per il 26 e 27 ottobre, in centro a Vicenza). Sarà una protesta congiunta e globale contro tutti gli inquinatori da Pfas, con ritrovo alle 18 davanti alla Miteni di Trissino e all’auditorium dei Carmini a Vicenza. Ci saranno collegamenti con i gruppi No Pfas americani del North Carolina, e di Messico e Olanda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *