Breaking News

Bassano, dà i suoi frutti l’operazione “Last Shot”

Bassano del Grappa – Arrestato sabato scorso per furto, il 35enne bassanese Eros Bizzotto, pregiudicato per reati legati agli stupefacenti e contro il patrimonio, è ora al centro di un’indagine condotta dai carabinieri di Rosà e denominata “Last Shot”. E’ stata avviata nei primi giorni di questo mese, dopo un sopralluogo presso un esercizio commerciale appena razziato. Il modus operandi dei malviventi, anche in questo caso, era lo stesso del furto per il quale era stato arrestato Bizzotto: messo a segno nella notte tarda con forzatura di porte o finestre effettuata con grossi cacciaviti ed altri arnesi da scasso.

Sembra che il responsabile, insomma, sia unico soggetto e che i suoi obiettivi, dai centri di  Rosà e Rossano Veneto, si sono ora concentrati nel centro di Bassano. I sospetti a questo punto prendono corpo intorno alla figura di Bizzotto, un uomo già conosciuto alle forze dell’ordine è già arrestato, fin dal 2010, sempre per reati contro il patrimonio. Secondo i carabinieri l’escalation della sua attività criminale sarebbe stata progressiva, come le sue dipendenze da alcool e da stupefacenti.

Proprio questa esigenza di disporre di denaro contante lo avrebbe spinto a questa condotta illecita, ed è per questo che i carabinieri ipotizzano che sia responsabile di una ventina di furti, anche se, precisa l’Arma, sono tuttora in corso accertamenti finalizzati a stabilirne le esatte responsabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *