Breaking News

Vicenza, si allarga la rosa dei musei cittadini

Vicenza – Dal primo ottobre, la Basilica palladiana e il Museo del gioiello entreranno a nel circuito dei musei cittadini di Vicenza e saranno quindi inseriti nel biglietto unico, che comprenderà dieci siti museali e monumentali. Il nuovo biglietto unico consentirà di visitare pertanto il Teatro Olimpico, Palazzo Chiericati, la Chiesa di Santa Corona, il Museo Naturalistico Archeologico, il Museo del Risorgimento e della Resistenza, le Gallerie d’Italia Palazzo Leoni Montanari, il Palladio Museum, il Museo diocesano e ora anche Basilica palladiana e Museo del gioiello. Costerà 20 euro il biglietto intero, 15 euro il ridotto (e per residenti di Vicenza e provincia), 24 euro il biglietto family, 15 il biglietto per i gruppi, 8 euro per le scuole. Altra novità è l’estensione della validità, da 7 a 8 giorni, per consentire un utilizzo maggiore.

Fino al 30 settembre rimarrà in vigore il biglietto comprendente otto siti che costa 15 euro (intero), 12 il ridotto, 18 il family, 12 il biglietto per gruppi e 5 per le scuole e che ha validità 7 giorni. Successivamente verrà sostituito dal nuovo biglietto unico che comprende dieci siti. E’ stata introdotta, inoltre, un’ulteriore novità: il nuovo “biglietto speciale quattro musei” che permetterà la visita di quattro musei a scelta tra i dieci del circuito e che avrà tre giorni di validità. Costerà 15 euro  il biglietto intero, 13 euro quello per gruppi e residenti a Vicenza e provincia. Il nuovo biglietto unico e il “biglietto speciale quattro musei” rimarranno in vigore fino ad aprile 2020.

“La giunta comunale – ha sottolineato l’assessore alla cultura Simona Siotto – ha voluto offrire questa opportunità ai visitatori in concomitanza con l’apertura, a dicembre, della prossima grande mostra su Ubaldo Oppi. Naturalmente il nuovo biglietto unico costerà cinque euro in più, ma crediamo che la spesa valga la pena visto l’ampia e completa offerta proposta. Inoltre istituiremo anche un biglietto per visitare quattro musei a scelta che crediamo sia particolarmente indicato per coloro che raggiungeranno Vicenza per visitare la mostra di Oppi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *