Breaking News
Il duomo di Schio - Foto Wanblee CC BY-SA 2.5
Il duomo di Schio - Foto Wanblee CC BY-SA 2.5

Schio ha bisogno di un Controllo di vicinato?

Schio – L’arresto di un nigeriano per spaccio, pizzicato ieri dai carabinieri di Schio con poco meno di un etto e mezzo, tra eroina e cocaina, e quattromila euro in contanti,  offre il destro al gruppo consiliare PrimaSchio di commentare il fatto e rilanciare la proposta di istituire un Controllo di vicinato.

“E’ un’altra dimostrazione – scrive il capogruppo, Alex Cioni, – di quanto sia radicata in città la rete dei pusher. Del resto la bassa manovalanza in questo settore è ben fornita grazie alle politiche immigrazioniste dei governi di centro sinistra

“Quanto alla la proposta di Controllo di vicinato – continua Cioni – che sarà discussa in settimana in consiglio comunale, con la nostra mozione intendiamo riconoscere giuridicamente il contributo che ogni cittadino può dare in termini di sicurezza costruendo un percorso di partecipazione civica attiva, impegnando nel contempo l’amministrazione a reclamare agli organi competenti un rafforzamento dell’organico della locale stazione dei carabinieri”.

Ma in settimana il consiglio comunale di Schio dibatterà anche una mozione Pd, contro i due Decreti sicurezza voluti dall’ex ministro Salvini. Cioni, a questo proposito, accusa la sinistra locale di “ostinarsi a perseguire una politica miope”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *