Breaking News
L'eurodeputata vicentina Alessandra Moretti e il presidente del Parlamento Europeo David Sassoli

Pigafetta approda al Parlamento Europeo

Strasburgo – La figura del vicentino Antonio Pigafetta, autore dello storico resoconto del primo viaggio attorno al mondo, compiuto dalla spedizione di Ferdinando Magellano, approderà ufficialmente giovedì 19 settembre al Parlamento europeo di Strasburgo. Un passaggio alquanto pertinente visto che sulle cinque navi di Magellano, partite da Sanlúcar de Barrameda, viaggiava già l’Europa, rappresentata da circa 260 uomini tra cui molti spagnoli e portoghesi, una forte componente italiana, ma anche francesi, tedeschi, belgi, irlandesi, greci e probabilmente pure un inglese.

L’approdo a Strasburgo avviene grazie ad una lettera inviata al presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli, dal presidente dell’associazione Pigafetta 500, Stefano Soprana, e fortemente voluta anche dal sindaco di Vicenza, e presidente della provincia, Francesco Rucco. La missiva è stata sottoscritta da numerosi rappresentanti istituzionali del territorio, tra cui i vice presidenti provinciali Maria Cristina Franco e Giancarlo Acerbi, altri undici consiglieri delegati, e la senatrice Daniela Sbrollini. Hanno, inoltre, dato il loro assenso l’assessore regionale Elena Donazzan, il presidente del consiglio regionale del Veneto Roberto Ciambetti e l’onorevole Pierantonio Zanettin.

L’iniziativa, presentata al Parlamento europeo, ha avuto poi forte spinta dall’eurodeputata vicentina Alessandra Moretti, che ha personalmente coinvolto Sassoli, ottenendo la possibilità di presentare ai colleghi la storia di questa impresa e del nostro straordinario concittadino, poco conosciuto, sebbene sia la voce e la penna che ha tratteggiato la figura di Magellano per come la conosciamo oggi. 

“Sono passati 500 anni – osserva l’eurodeputata vicentina – dalla prima visione globale del mondo in cui viviamo, la stessa visione con la quale ancora oggi ci guardiamo intorno. Fu dunque un’impresa che cambiò la storia:, e per questo, 500 anni dopo quel 20 settembre 1519, ho voluto condividerne il ricordo dal Parlamento europeo. Di tutti coloro che parteciparono alla spedizione, solo 18 marinai tornarono vivi; tra questi a noi piace ricordare il vicentino Antonio Pigafetta che con la sua Relazione del primo viaggio attorno al mondo ci ha lasciato il più ricco e vivace testo su quelle scoperte geografiche”.

“È un onore, per noi – ha invece commentato Rucco –, portare all’attenzione dei rappresentanti dell’Unione Europea un illustre concittadino come Antonio Pigafetta, precursore dei capitani di impresa che hanno reso il territorio vicentino la terza provincia in Italia per valore complessivo di export e la prima per export pro capite. Il progetto dedicato alla figura del Pigafetta sta coinvolgendo una gran parte di cittadini di estrazioni diverse, che stanno lavorando insieme per amore del territorio e dell’incredibile vicenda raccontata dal Pigafetta”.

Nella lettera inviata al presidente del Parlamento Europeo viene segnalato un altro appuntamento che sta particolarmente a cuore all’associazione Pigafetta 500: fra tre anni, nel settembre 2022, verrà celebrata la conclusione del viaggio e in quella occasione si vorrebbe realizzare una mostra temporanea presso il museo “Casa della storia europea” a Bruxelles, per aggiungere anche questo tassello al percorso fatto insieme per costruire l’Europa. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *