Breaking News
Luigi Di Maio e Nicola Zingaretti

Nunc est bibendum! Rousseau ha detto Sì

Roma – Non avevamo dubbi, o per lo meno non ci sembrava neanche lontamente probabile un risultato diverso. La base del Movimento 5 Stelle, attraverso il voto sulla piattaforma Rousseau, ha dunque detto sì all’intesa di governo con il Partito Democratico (79,3% dei voti contro il 20,7%), e l’esecutivo, a questo punto, nascerà presto.

I penstellati in un certo senso si sono anche contati, e non possono che prendere atto di un desiderio assai diffuso in Italia di chiudere una pagina molto nera, quella cioè che ha caratterizzato l’ultimo anno, anche sul piano economico, come diciamo in altra pagina.

Nunc est bibendum, dunque, in un brindisi alla speranza che quel desiderio di rinnovamento e di costruzione di una società più giusta e sostenibile, che ha mosso tanti elettori il 4 marzo dell’anno scorso, trovi finalmente una risposta.

Tra i pentastellati veneti, a salutare con soddisfazione il risultato uscito oggi da Rousseau, è Francesca Businarolo, deputata e presidente della Commissione giustizia della Camera. “Sarà il governo delle novità – scrive in una nota -, con una grande garanzia: il presidente del consiglio Conte. Sono felice per il voto espresso dai nostri attivisti. In questi giorni, deputati e senatori del Movimento 5 Stelle hanno lavorato per portare contenuti che sappiano riflettere i nostri valori nel programma del nuovo governo. Sono convinta che ci siano tutte le condizioni per un esecutivo duraturo e che sappia dare risposte alle necessità dei cittadini”.

“Come presidente della Commissione giustizia – conclude Businarolo – vorrei sottolineare, tra le priorità, la necessità di portare a termine la riforma della giustizia, sulla quale avevamo già investito molte energie. Occorre ridurre drasticamente i tempi della giustizia civile, penale e tributaria e riformare il metodo di elezione dei membri del Consiglio superiore della Magistratura, e dobbiamo farlo rapidamente”.

Un commento

  1. Dalle ultime vicende politiche del paese dei balocchi, si rileva che quando i 5 stelle parlano e operano con il metodo della democrazia diretta, appaiono credibili come il cleptomane quando parla di onestà.

    La piattaforma Rousseau, invece, appare come le discussioni sulla verginità che si facevano nelle case chiuse.

    Infatti, la democrazia diretta vorrebbe che la cosiddetta “base” fosse consultata PRIMA, e non dopo che i “rappresentanti” (i parlamentari che altro non sono che dei delegati) hanno concordato il programma di governo.

    Insomma, la sopravvivenza del governo Conte 2 è legata alle decisioni dei “rappresentanti” non degli iscritti.

    Come è noto i governi si formano in Parlamento, non nelle piazze. Così è stato per il governo Conte 1, in accordo con la Lega e così è per il governo Conte 2.

    “Sarà il governo delle novità…?” non credo proprio. Sono, i parlamentari a determinare la nascita di un governo.

    Cosa dice, in merito, lo statuto del Gruppo parlamentare del M5S?

    Questo prescrive che “i parlamentari si devono attenere al programma del M5S, agli indirizzi deliberati dall’Assemblea del gruppo e alle indicazioni degli organi del gruppo e tiene conto degli orientamenti ed indicazioni espresse dagli iscritti al MoVimento 5 Stelle”.
    Ora, è di tutta evidenza che il “si devono attenere” è diverso da “tenere conto”. Il primo è un obbligo, il secondo no. Quindi, i parlamentari penta stellati possono infischiarsene del parere degli iscritti alla piattaforma Rousseau e votare il governo Conte 2.

    Ricordiamoci che, gli iscritti non sono stati consultati per il voto, che è stato determinante, per attribuzione della presidenza della Commissione europea ad Ursula von der Leyen, indicata dal presidente francese Macron e dalla cancelliere tedesca Merkel.

    Insomma, il voto degli iscritti alla piattaforma è irrilevante, come l’idea e l’opera a favore della democrazia diretta da parte dei parlamentari pentastellati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *