Breaking News

“L’autonomia è un processo che non deve fermarsi”

Roma – “L’autonomia è un processo che non deve fermarsi. E nemmeno rallentare”. Ne sono convinte ed esortano in questo senso Daniela Sbrollini e Sara Moretto, senatrici che hanno aderito al nuovo partito di Matteo Renzi, Italia Viva, commentando l’incontro di ieri, a Venezia, tra il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia ed il governatore del Veneto Luca Zaia, che giudicano positivo. “La questione è stata ripresa in mano – hanno sottolineato -, e sono stati chiariti alcuni punti, il che fa sperare che non si debba ricominciare tutto da capo. Gli atteggiamenti politici sembrano improntati alla buona volontà”.

“Vogliamo essere positive nel giudizio – aggiungono le due senatrici -. Non ci nascondiamo però che ci sono problemi da superare. Siamo sempre state convinte che la Lega aveva il comportamento di Penelope. Di giorno, la ministra Stefani si impegnava seriamente, poi di notte, Salvini e qualche altro, distruggevano il lavoro fatto. Arrivare alle regionali, in Emilia e Veneto, con il tema dell’autonomia irrisolto potrebbe essere un gioco che fa il comodo della Lega. Un gioco che invece i cittadini non si meritano”.

“Il Governo – concludono Sbrollini e Moretto – deve essere responsabile e consapevole. E’ stato prodotto un lavoro. Servono aggiustamenti, correzioni: si facciano. Si facciano bene ma in fretta, e senza bizantinismi. Prima diamo l’autonomia ad Emilia Romagna, Veneto e Lombardia e meglio è. Sarà di esempio anche per le altre regioni. Sud compreso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *