Breaking News
Il Gioiello di Vicenza
Il Gioiello di Vicenza

Il Gioiello di Vicenza torna tra la gente

Vicenza – Per il settimo anno consecutivo, sabato 7 settembre, il Gioiello di Vicenza attraverserà il centro storico della città, per arrivare al Santuario di Monte Berico, in occasione della processione diocesana per la festa patronale dell’8 settembre.  L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Vicenza, Confcommercio di Vicenza e Associazione Pigafetta 500, quest’ultima nata per celebrare i 500 anni dalla prima circumnavigazione del globo a partire da questo mese di settembre.

Ogni anno il trasporto è sostenuto da un’associazione della città. Quest’anno “il viaggio” dell’ex voto fino al santuario mariano è a cura del Gruppo Anmi – Associazione nazionale marinai d’Italia di Vicenza, presieduto da Girolamo Trombetta, e alla presenza del vice presidente nazionale Anmi, Paolo Mele. Ad accompagnare il corteo fino all’arco delle scalette, per il secondo anno, saranno dieci elementi del reparto percussioni della Fanfara storica della sezione Alpini di Vicenza, accompagnati dal responsabile Enzo Paolo Simonelli.

L’ex voto d’argento della città di Vicenza, voluto e fatto ricostruire nel 2013, dall’Associazione il Gioiello di Vicenza, presieduta da Davide Fiore, con le donazioni e la partecipazione dei cittadini e delle attività istituzionali ed economiche, è capace di raccogliere l’interesse del pubblico e dei media per l’eccezionalità della sua storia, divenendo un vero e proprio ambasciatore della città. La partecipazione della Confcommercio di Vicenza ricorda il lavoro svolto nella raccolta dell’argento dalle oreficerie ed argenterie della città.

Dal 1578, il dono del prezioso Gioiello ricorda il voto della città per la fine di una delle più gravi epidemie di peste, oltre alle capacità artigianali e tecnologiche del mondo orafo, che nemmeno le razzie di Napoleone del 1797 riuscirono a disperdere, requisendo e riducendo il modello in lingotti. La rinascita del Gioiello è avvenuta grazie al progetto dell’architetto Romano Concato e alle capacità manuali del maestro argentiere Carlo Rossi, integrando la ricostruzione con le tecnologie di stampa 3D di ultima generazione. La polvere d’argento utilizzata per la stampante fu brevettata appositamente da Legor Group per la realizzazione di questo manufatto.

Quanti vorranno accompagnare il simbolo della città di Vicenza attraverso il percorso storico, si daranno appuntamento alle 19 di sabato 7 settembre, di fronte al Museo Diocesano di Vicenza, in piazza Duomo, o alla chiesa di San Vincenzo (ore 19.15), in piazza dei Signori, per ricevere la benedizione e poi per proseguire a piedi fino al Santuario di Monte Berico attraverso l’Arco delle Scalette. Il Museo Diocesano è il luogo dove il Gioiello viene custodito ed esposto al pubblico. Gioiello e il Gonfalone rimarranno esposti sull’altare maggiore del Santuario di Monte Berico per la giornata di domenica 8 settembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *