Breaking News
Da sinistra: Marangoni, Rucco, Bevilacqua e Macilotti
Da sinistra: Marangoni, Rucco, Bevilacqua e Macilotti

Bretella Arzignano-Chiampo, avviato il progetto

Vicenza – Il progetto della Bretella Arzignano-Chiampo è stato finalmente avviato e, dopo la firma del protocollo d’Intesa fra i Comuni di Arzignano e Chiampo e la pubblicazione del bando europeo per la progettazione dell’opera, si procederà ad individuare il soggetto che la realizzerà. Lo hanno annunciato stamane i sindaci di Arzignano, Alessia Bevilacqua, e di Chiampo, Matteo Macilotti, incontrando la stampa nella sede di Confindustria Vicenza, a Palazzo Bonin Longare. Presenti anche il presidente della Provincia di Vicenza, Francesco Rucco, e il vicepresidente di Confindustria, con delega alle strategie del territorio, Gaetano Marangoni. 

“La cosiddetta Bretella Chiampo-Arzignano – spiegano i sindaci – è un by-pass di cui si parla dall’inizio degli anni ’70 e una cui iniziale progettazione risale agli anni ’90. Un’opera che dovrebbe migliorare sensibilmente i gravi problemi viabilistici che affliggono l’asse viario della Valchiampo. Si tratta di una bretella viabilistica da realizzare sulla destra Chiampo, per creare uno sfogo al traffico in caso d’incidenti, alleggerire il flusso veicolare sulla provinciale 43 e dividere parzialmente il traffico civile da quello industriale, commerciale e artigianale. Il protocollo siglato dai due Comuni, prevede, oltre alla realizzazione del by-pass, anche la riqualificazione di via dei Mille e via dell’Industria di Arzignano e interesserà un tratto di circa 3 chilometri”.

“Da tempo – ha sottolineato il sindaco di Chiampo, Matteo Macilotti – stiamo lavorando con il Comune di Arzignano per immaginare la costruzione di questa infrastruttura, che si configura come la più efficace ed immediata soluzione per ‘salvare’ la valle dal punto di vista viabilistico. Bastano alcuni numeri per capire quanto sia importante”.

“Sulla Valchiampo vi sono più passaggi d’auto rispetto a quelli previsti per la Pedemontana, ben 30 mila veicoli al giorno, che significa 1500 veicoli all’ora quando una strada di questo tipo ne può sopportare al massimo 1000. Si tratta di una vera emergenza speciale per i cittadini e per le aziende che chiedono di avere i mezzi per rimanere competitive nel mercato. Dobbiamo impedire che la Valle del Chiampo perda appeal per gli attori economici, ricordando che questo territorio produce più dell’1% del PIL nazionale. Siamo soddisfatti che Confidustria sia con noi e riaffermi la strategicità di questa infrastruttura. L’obiettivo è quello di arrivare alla progettazione esecutiva a primavera del 2020”.

“L’avvio di questo iter è il frutto di un grande lavoro condiviso – ha aggiunto il sindaco di Arzignano, Alessia Bevilacqua -. Con il nuovo protocollo siglato ad inizio agosto abbiamo inserito nelle linee di progetto anche la riqualificazione viabilistica di via dei Mille e via dell’Industria ad Arzignano. Una scelta opportuna, affinché l’opera non migliori solo il collegamento fra i due comuni  ma anche le due zone industriali. La riqualificazione prevede l’allargamento della sede stradale, la realizzazione di marciapiedi, pista ciclopedonale e nuova illuminazione”.

Anche il presidente della Provincia, Francesco Rucco, ha dichiarato pieno sostegno al progetto. “La provincia – ha detto – può ora incidere maggiormente sulla realizzazione di queste opere stradali strategiche, grazie alla maggior disponibilità economica di cui dispone. Bene che i Comuni abbiano investito risorse nella parte progettuale. Quando il progetto sarà pronto, la Provincia ci sarà”.

“Esprimo ampia soddisfazione a nome di Confindustria”, ha infine dichiarato il vicepresidente dell’associazione Gaetano Marangoni. “Soprattutto per il fatto che i sindaci e la Provincia sono allineati nel ritenerla strategica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *