Breaking News
Enrico Lo Verso
Enrico Lo Verso

“Apologia di Socrate” al Teatro Olimpico

Vicenza – Dopo l’apertura con lo spettacolo “Frammenti di Memorie di Adriano”, accolto con grande favore dal pubblico vicentino, anche il secondo appuntamento del Ciclo di spettacoli classici al Teatro Olimpico sarà una prima nazionale. E’ infatti in programma, per venerdì 27 e sabato 28 settembre, alle 21, “Apologia di Socrate”, una rilettura e adattamento dal testo di Platone curata da Alessandra Pizzi, che dello spettacolo firma anche la regia.

Il protagonista invece è un intenso Enrico Lo Verso, accompagnato in scena da Filippo Bordignon, Vincenzo Iantorno, Marilena Martina, Erica Bianco, Alice Manzati Luca Goldoni, Tiziano Sedona e Mattia Spedicato. Lo spettacolo registra quasi il tutto esaurito, in entrambe le date, restano ancora pochissimi biglietti in vendita.

“Fra tutte le opere di Platone – si legge nella presentazione -, l’Apologia è certamente la più ricca d’informazioni sul pensiero di Socrate: appare un’incondizionata difesa della figura e dell’insegnamento dell’amato maestro, davanti quelle gravi accuse, di empietà e di corruzione dei giovani, che lo avevano portato al processo, la cui causa va certamente rintracciata nell’errata interpretazione del suo pensiero. Come è ben chiarito nelle note di regia: Durante il processo, Socrate mette in discussione l’errore giudiziario di cui è vittima: un errore che ricorda quelli ai quali la storia e la cronaca tanto ci hanno abituati, e che rievoca, anticipandolo, il più grande errore commesso dall’umanità contro un innocente, culminante nell’icona della crocifissione”.

“La riduzione drammaturgica riprende a tratti, il testo platonico, inserendo delle incursioni nella contemporaneità, per affrontare una vicenda umana comune a molti; racconta, attraverso l’arringa di Socrate, di chi ogni giorno è soggetto al giudizio e allo scherno della folla, perché diverso, e di chi sotto il peso di un’accusa infamante sbagliata, ha perso la vita. Così, la condanna a morte del filosofo greco diventa l’archetipo dell’errore giudiziario, dramma di tutti i tempi”.

Come per il primo spettacolo, anche per “Apologia di Socrate” è previsto un Incontro di approfondimento, realizzato, in collaborazione con l’Accademia Olimpica, in programma venerdì 27 settembre, alle 18, protagonisti Umberto Curi (professore emerito di Storia della Filosofia all’Università di Padova) e Luciano Chiodi (docente di latino e greco al liceo classico Pigafetta di Vicenza), moderati da Stefano Girlanda, del Giornale di Vicenza. L’Incontro si terrà nell’Antiodeo del Teatro Olimpico e sarà aperto al pubblico a partecipazione libera, fino ad esaurimento dei posti disponibili. Biglietti anche online su www.tcvi.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *