Breaking News

Vicenza si divide (si fa per dire) su Piazza Castello

Tra i più attivi consiglieri comunali di opposizione, a Vicenza, Raffaele Colombara ci invia questa sua tagliente riflessione sull’idea che l’assessore Claudio Cicero ha della mobilità a Vicenza. L’ultima sua uscita ha infatti riguardato Piazza Castello, con la minaccia di multare i pedoni che la attraversano fuori dalle strisce…

*****

Vicenza – Stiamo solo aspettando gli studenti che, tra una settimana, scesi dell’autobus, percorreranno ordinatamente in fila per due, mano nella mano, piazza Castello lungo le transenne poste dall’amministrazione Rucco, nel timore delle sanzioni che pattuglie di vigili saranno pronti a elevare nei loro confronti, tolte dal servizio a protezione dei medesimi studenti negli ingressi a scuola. Siamo alla follia…

Non solo si è trasformata una piazza in una strada, creando percorsi innaturali in cui le ringhiere servono a proteggere lo scorrimento dei veicoli, relegando, bontà loro, i pedoni ai lati, ma si vuol anche punire chi non segue la propria logica aberrante. Fuori dal mondo. Se c’è un problema di sicurezza, si spostano i bus, non si multano i pedoni!

L’ultima sparata di Cicero mette ancora una volta in chiaro, se ce ne fosse ancora bisogno, che la priorità in questa città sono i veicoli. Un assessore a ruota libera. Non occorre dire che già più di 600 vicentini hanno detto un pesante no alla soluzione dell’amministrazione.

Di questo passo, Rucco, fra due mesi, quando interrogheremo l’amministrazione sul numero di multe date ai pedoni, lo difenderà ancora o lo avrà già mandato a casa? Il prossimo passo che suggeriamo a Cicero, dopo i pedoni, è di iniziare una campagna per multare i piccioni che sporcano la città.

Raffaele Colombara – Consigliere Comunale di Vicenza

Un commento

  1. prof todesco armando

    ha dello strampalato questo progetto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *