Breaking News

Vicenza, i numeri del pugno duro contro il degrado

Vicenza – Il 39% in più di violazioni accertate, il 32% in più di interventi attivati grazie alla videosorveglianza, addirittura il 150% in più di segnalazioni al Prefetto di soggetti che consumano stupefacenti: la lotta al degrado urbano nella città di Vicenza, secondo l’amministrazione comunale, passa anche attraverso questi numeri, che mettono a confronto l’attività di controllo svolta dalla polizia locale nei primi dodici mesi di giunta Rucco e nell’anno precedente.

“Sappiamo bene – ha commentato il sindaco – che le sanzioni relative a queste violazioni difficilmente vengono pagate, ma non è questo che ci interessa, quanto piuttosto pressare e allontanare, con gli strumenti a nostra disposizione, chi non rispetta le regole e il decoro della città. Lo sforzo che ho chiesto fin dal giorno del mio insediamento alla polizia locale è noto. Oggi, a distanza di un anno, è possibile quantificarlo: tutti gli indicatori che rilevano la lotta al degrado urbano sono nettamente in crescita rispetto al passato. Di questo ringrazio gli agenti che, con sacrificio e abnegazione, si impegnano ogni giorno a fianco delle forze dell’ordine per rendere la città sempre più sicura e vivibile. C’è ancora tanto da fare, e l’avvio del progetto di controllo di vicinato non potrà che essere d’auto ai nostri sforzi, ma la strada imboccata è quella giusta e sono i numeri a dimostrarlo”.

Dall’1 luglio 2018 all’1 luglio 2019 sono state dunque 4.120 le violazioni al regolamento di polizia urbana accertate dalla polizia locale, pari al 39% in più delle 2.961 registrate nel medesimo periodo dell’anno precedente.

Nel dettaglio, tra gli accertamenti di violazioni in netta crescita rispetto all’anno precedente vi sono il bivacco (1.333 violazioni rispetto a 745, pari a +79%); il consumo di bevande alcoliche (381 violazioni rispetto a 192, pari a +98%); la segnalazione al Prefetto di consumatori di sostanze stupefacenti (40 rispetto a 16, pari a + 150%), la mendicità (1.157 rispetto a 772, pari a +50% ), la tutela del decoro di aree pubbliche (121 rispetto a 31, pari a +290%).

Significativo anche l’aumento degli interventi scattati in seguito all’attività del Nos, ovvero il Nucleo operativo sicurezza della polizia locale che vaglia in tempo reale le immagini provenienti dal sistema di videosorveglianza: questa attività ha fatto scattare 91 interventi contro i 69 dell’anno precedente, con un incremento del 32%.

L’unico saldo negativo di una certa rilevanza riguarda la prostituzione su strada: negli ultimi 12 mesi le violazioni accertate sono state 341 rispetto alle 513 dell’anno precedente (- 33%). A fronte di questo dato la strategia di recente adottata dal comando va nella direzione di un sopralluogo settimanale per monitorare costantemente la situazione ed eventualmente intervenire su problematiche specifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *