Breaking News
Vicenza

Sicurezza reale e sicurezza raccontata 

Vicenza – Nuova iniziativa dell’opposizione consiliare a Vicenza sul tema della sicurezza, in particolare focalizzata sulla differenza tra la ricerca di una vera sicurezza per la vita dei cittadini, in ogni suo aspetto, ed il mero esercizio di mostrare i muscoli alla ricerca del consenso. E’ Raffaele Colombara a presentare ora due domande d’attualità alla giunta guidata di Francesco Rucco. Nella prima il consigliere comunale del centrosinistra prende lo spunto dall’incidente cheè avvenuto nei giorni scorsi bella zona di Villaggio del Sole, dove un operaio, che lavorava nel cantiere della nuova rotatoria è stato investito da un auto in transito.

“La nostra città – scrive Colombara – è in questi giorni un cantiere aperto, in particolare lungo le principali direttrici. Molte segnalazioni riferiscono che molti cantieri non hanno barriere protettive che delimitano le aree di intervento”. Un pericolo dunque per chi vi lavora, ed una sicurezza che andrebbe ricercata, cosa che, evidentemente, non si fa abbastanza…

“Via Vaccari – è l’esempio riportato nella domanda d’attualità -, è un cantiere totalmente aperto con macchine operatrici che lavorano senza protezioni. Non si possono far circolare le auto dove l’asfalto è abraso. Ci sono forti dislivelli sul manto stradale con i tombini sopra elevati rispetto il suolo. Pericoloso è il transito per i motocicli e biciclette come anche per i pedoni”.

Sull’altro fronte, nella seconda domanda d’attualità, c’è la questione del degrado urbano, nello specifico quello nell’area del Park Cattaneo. “Noti i personaggi e gli interpreti – ironizza Colombara -: un incendio scoppiato non si sa ancora per quali ragioni, un senzatetto alterato, polizia locale e lavoratori a rischio incolumità, un cantiere fermo, che doveva essere ormai concluso. Siamo, purtroppo, alle solite, con l’aggravio che tutto ciò, secondo le promesse di Rucco, non dovrebbe più esserci. Invece è la fredda fotografia di una realtà che non è quella raccontata dal nostro sindaco sceriffo. La sicurezza fatta con le multe mai pagate ai senza tetto non ha prodotto nulla, se non spese per i vicentini, e una polizia locale sottratta ad altre più concrete ed efficaci azioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *