Breaking News

Pedemontana, “Zaia ha l’obbligo di vigilare”

Dai consiglieri regionali veneti di opposizione Cristina Guarda (Civica per il Veneto), Pietro Ruzzante (Liberi e Uguali) e Patrizia Bartelle (Italia in Comune), riceviamo e pubblichiamo…

*****

Venezia – I veneti pagano la costruzione della Superstrada Pedemontana? Allora Zaia ha l’obbligo di vigilare e controllare l’opera, non solo inaugurarla. 300 milioni di euro dei veneti già dati al privato, oltre ai 614 milioni del governo nazionale, e altri arriveranno con il futuro canone, pagato con i pedaggi a peso d’oro e i rischi sulle previsioni del traffico a carico della Regione.

Sono soldi dei veneti, per noi spesi male, ma per il presidente Zaia, apparso oggi in via straordinaria, dobbiamo rasserenarci, visto che va tutto bene, e attende la procura. Rispondendo oggi alle proposte da noi avanzate, però, la regione si è già costituita parte offesa, e sarà parte civile solo in caso di rinvio a giudizio.

Lo apprezziamo, ma a questo punto ci domandiamo: perché il silenzio fino ad oggi? Se è frode ai danni della Regione e quindi dei cittadini, allora serve verificare e controllare, proteggere e comunicare. E di comunicati il presidente non ne risparmia di certo, con atti e promesse cui magari poi non dà nemmeno seguito. Perché non farlo ora che in gioco ci sono sicurezza e rispetto dei veneti?

Il silenzio di questi giorni non ha fatto altro che instillare pesanti dubbi sulle priorità del presidente e della maggioranza, distanti dalle preoccupazioni espresse dai territori riguardo la pedemontana e non solo, per questo il voto all’unanimità alla risoluzione, testimonia l’esigenza di correggere il tiro. Di certo non abbasseremo la guardia in merito ai controlli sulle opere in calcestruzzo e alle revisioni contrattuali necessarie in caso fosse accertato che i lavori non sono stati fatti a regola d’arte, affinché i nostri concittadini siano protetti da chi, ormai troppo spesso, sceglie politicamente la strada del fare il leone con i deboli e la pecora con i forti.

Piero Ruzzante – Liberi e Uguali
Patrizia Bartelle – Italia in Comune
Cristina Guarda – Lista Amp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *