Breaking News

Maltempo, Coldiretti: “Agricoltura in ginocchio”

Vicenza – “I danni all’agricoltura sono ormai diventati una consuetudine e, in alcuni casi, il bilancio delle aziende agricole propende più per le perdite che per il raccolto. Per questo dobbiamo correre ai ripari, prevedendo un’adeguata copertura assicurativa, con la consapevolezza che, con i cambiamenti climatici in atto, la situazione non andrà certo a migliorare”.

Con queste parole il presidente provinciale di Coldiretti Vicenza, Martino Cerantola, interviene a seguito degli eventi atmosferici di ieri sera, con forti folate di vento, precipitazioni e grandine in diverse zone del vicentino.

Il presidente di Coldiretti fa anche una generale mappatura delle zone colpite dal maltempo in provincia di Vicenza: a Montecchio Maggiore e a Perarolo di Atcugnano c’è stata una forte grandinata, mentre a Gambellara e Montebello Vicentino il proiblema è stato il forte vento. danni ingenti anche nell’area del lago di Fimon.

E poi c’è la situazione di Brendola, colpita da un forte vento ma soprattutto alle prese con le conseguenze dell’incendio dei giorni scorsi all’azienda di vernici e solventi Isello, a causa del quale i coltivatori di Brendola e Sarego non possono usare l’acqua del Fiumicello Brendola per irrigare.

“I cambiamenti climatici in atto nel nostro Paese – insiste Cerantola – sono assolutamente evidenti. In Italia, infatti, è sos grandine e, dall’inizio dell’anno, sono state registrate ben 86 grandinate: più di una ogni due giorni, con un balzo del 48% rispetto allo stesso periodo del 2018. E la grandine è l’evento più temuto dagli agricoltori in questo momento, perché i chicchi si abbattono su verdure e frutteti provocando danni irreparabili alle coltivazione e mandando in fumo un intero anno di lavoro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *