Breaking News

Alla scoperta di Vicenza sul fiume Retrone

Vicenza – Si conclude “Terrestri d’estate”, il festival di teatro urbano organizzato a Vicenza da La Piccionaia, nel giardino del Teatro Astra e in altri luoghi della città, all’interno del cartellone comunale “L’estate a Vicenza”. Domenica 28 luglio l’appuntamento è con il Silent Play che va alla scoperta della città da una prospettiva inedita, quella del corso del fiume Retrone.

Scritto e condotto da Carlo Presotto, “La porta d’acqua  è itinerario fluviale in canoa, dal quartiere dei Ferrovieri fino al centro storico di Vicenza, che restituisce il punto di vista sulla città da quella che per centinaia di anni è stata una delle principali vie di accesso per merci e viaggiatori.

Un progetto nato in collaborazione con l’Associazione RiverLand che promuove la tutela, la rigenerazione e la valorizzazione delle vie d’acqua, in particolare quelle urbane, e realizzato con la collaborazione di Biosphaera che cura la logistica, l’attrezzatura e la guida fluviale professionale.

Il ritrovo per i partecipanti è alle 18 al Teatro Astra. La prenotazione è obbligatoria. Da qui, una navetta li condurrà all’imbarcadero di Parco Retrone, dove troveranno ad attenderli canoe e pagaie, oltre alle cuffie wireless da indossare per ascoltare la drammaturgia. Avvicinandosi da sud alla città si costeggerà la stazione ferroviaria fino ad arrivare all’ansia di Santa Libera, dove si spalanca il panorama sulla città palladiana.

Scivolando tra i palazzi rinascimentali si entrerà da Ponte Furo, una delle porte d’acqua medievali di Vicenza: da qui in poi, gli occhi si riempiranno di scoperte, incontrando i resti del porto romano, le numerose arcate, ora interrate, che fungevano da ricovero per le barche, il ponte veneziano di San Michele e quello medievale delle Barche, fino al rientro all’altezza del Teatro Astra. Info e prenotazioni: info@teatroastra.it, www.teatroastra.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *