lunedì , 26 Aprile 2021

Abusivi scacciati dagli ex magazzini generali

Vicenza – Sopralluogo questa mattina agli ex Magazzini generali di Vicenza, in viale delle Fornaci, da parte di un quarantina di persone, tra agenti della polizia locale e della polizia di Stato. C’era anche il sindaco, Francesco Rucco, e lo scopo era quello di verificare la presenza di occupanti abusivi nei locali. Il dubbio, infatti, era che dentro ai capannoni degli ex magazzini generali, trasformati in un accampamento di fortuna, potessero trovare rifugio fino a venti persone. Ed in effetti era così…

“In realtà – spiega una nota di Palazzo Trissino – questa mattina i numerosi giacigli, ancora zeppi di effetti personali immersi nella sporcizia, erano già vuoti. Di qui l’immediato via libera al curatore fallimentare dell’area, Marco Grassetto, per l’intervento di pulizia e muratura definitiva di tutte le aperture concesso dal giudice”.

La possente ed inflessibile mano pubblica ha dunque ristabilito il decoro, e poco importa se sono stati mostrati i muscoli a quelli che sono i più deboli nella nostra società, se il maglio di ferro è caduto come sempre sui disperati. Restiamo però in attesa di notizie su qualche altro abuso scoperto e sanzionato, magari sperando che il prossimo sia l’abuso di un potente, uno di quelli tanto frequenti quanto poco perseguiti.

“E’ noto il nostro impegno nel contrasto alle occupazioni abusive – ha comunque messo in evidenza Rucco -. Mi auguro che questo intervento, di cui ringrazio polizia di Stato, polizia locale e curatela fallimentare, metta la parola fine a una situazione di degrado inaccettabile, segnalata a più riprese anche dai residenti. Ora bisogna pensare al futuro di quest’area”.

“Il Comune di Vicenza – ha aggiunto il sindaco -, che non ha certo le risorse per un investimento, è disponibile a studiarne il cambio di destinazione, oggi ad uso pubblico, in modo da renderla più appetibile a privati interessati ad acquistarla. Sto pensando ad un mix equilibrato tra direzionale, residenziale e verde e al ripristino del parcheggio che ben si inserirebbe in questo contesto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità