Breaking News

Schio, un arresto per spaccio e ricettazione

Schio – Un uomo di 39 anni, marocchino, pregiudicato, Nabil Kouirhi, è stato arrestato, dai carabinieri di Schio, eseguendo un ordine di carcerazione per una condanna a due anni e sette mesi di reclusione. L’uomo era stato colto in flagranza di reato, per la detenzione ai fini di spaccio di 450 grammi di hashish e per la ricettazione di un televisore rubato al Hotel Eden di Schio.

Nabil Kouirhi

I fatti risalgono al mese di agosto del 2015, e vennero alla luce a seguito di un servizio dei carabinieri finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, e dalle successive attività investigative. L’indagine che vedeva coinvolto Kouirhi prese avvio da una segnalazione fatta dalla sua convivente all’epoca dei fatti, intimorita dalle attività illecite dell’uomo, il cui comportamento spinse la donna, tossicodipendente, a rivolgersi ai carabinieri e a consegnare ai servizi sociali il proprio figlio neonato, poiché riteneva di non essere più in grado di accudirlo.

Una successiva perquisizione domiciliare ha consentito ai militari di trovare lo stupefacente e la refurtiva, mentre le indagini dimostrarono che Kouirhi era effettivamente dedito allo spaccio e che la donna temeva che il compagno volesse sfruttare il bambino per trasportare la droga nell’autovettura, sfruttando la presenza del neonato a bordo per evitare controlli approfonditi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *