Caso Cicero, Rucco: "Il fascismo non ci appartiene"
Il sindaco di Vicenza Francesco Rucco

Rucco: “Il sostegno non si dà sulle poltrone”

Vicenza – “Pensavo che il sostegno di Berlato fosse sul programma e non su altre questioni, e vorrei ricordare che, al momento di formare la giunta, sono stato io a chiedere l’assessore a Fratelli d’Italia, non i cittadini. Quando ho chiesto il nome di una persona adeguata a svolgere il ruolo hanno rifiutato” insistendo sulla Dotto, per cui non ho avuto scelta”.

E’ quanto scrive in una nota diffusa oggi il sindaco di Vicenza, Francesco Rucco, dopo le dichiarazioni di Sergio Berlato, con cui è stata di fatto annunciata l’uscita dalla maggioranza consiliare del gruppo di Fratelli d’Italia.

“Mi piacerebbe che il confronto non fosse sulle poltrone – ha aggiunto il sindaco -, per cui spero che ci ripensi per il bene della città e dei cittadini.
In merito allo scandaloso scouting che Berlato dichiara, io sono tranquillo, è un metodo che non posso condividere. Posso solo salvaguardare la città riportando il dibattito sui temi amministrativi; sono disposto a farlo con tutti, anche con lui”.

“La scelta di sostituire l’ex assessore Dotto – ha concluso Rucco – è maturata dal giudizio sul suo operato, basato su una rara presenza, sui ritardi nella gestione dei lavori del Moresco (pratica che ho portato io oggi in giunta) e nel bando del bocciodromo. Sul patrimonio non ci sono delibere e la mappatura degli immobili annunciata non è mai arrivata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità