Breaking News

Per i boschi con gli alpaca di malga in malga

Asiago – Curiosa iniziativa di Coldiretti Vicenza. Una trentina di alpaca accompagneranno infatti appassionati e curiosi in un’originale passeggiata, di malga in malga, sull’Altopiano di Asiago. L’appuntamento è per il 30 giugno alle 9.30, previa prenotazione presso Asiago Guide (telefono: 347.1836825 – info@asiagoguide.com).

L’iniziativa, che si inserisce nell’ambito del progetto “E…state in Marcesina”, ha preso piede grazie ad un’ottima sinergia fra tutti i partner del progetto, dalla Regione del Veneto, che ha condiviso fin da subito il progetto, alla Camera di commercio e alla Provincia di Vicenza, con Unione montana spettabile reggenza dei sette comuni, Unione montana Astico, Alpini della sezione Ana di Vicenza ed ancora Coldiretti Trento, Ulss 7 Pedemontana, Gal montagna vicentina, i comuni di Asiago, Gallio ed Enego e la Ogd Terre vicentine.

“Visitando la Piana di Marcesina – spiegano il presidente provinciale di Coldiretti Vicenza, Martino Cerantola ed il direttore Cesare Magalini – abbiamo compreso che è necessario rivitalizzare il territorio colpito per far tornare la gente e ridare vita all’economia agricola e non solo. E vogliamo far sì che proprio questo turismo venga messo in circolo. Così, quasi tutte le domeniche, da giugno a settembre, abbiamo previsto un interessante calendario di eventi, con animali singolari come gli alpaca, ma anche artisti e molto altro. Nell’ambito della rassegna sono previste giornate completamente accessibili, perché anche chi ha disabilità deve potersi godere il territorio”.

“La passeggiata proposta questa domenica è adatta a tutti e si svolgerà con gli alpaca e gli addestratori, che accompagneranno i partecipanti tra i boschi, per parlare della loro storia e delle conseguenze determinate dalla tempesta Vaia, degli equilibri naturali e per raccogliere fondi per il ripristino del territorio montano, nell’ambito del progetto #adottaunalberto. Nel corso della giornata sono previsti anche laboratori per bambini e dimostrazioni artistiche con la motosega”.

“Ricordiamo che il progetto #adottaunalbero è un progetto di filiera ed arriverà alla messa a dimora delle piante, attraverso un team di vivaisti veneti. E la fase finale, quando il bosco sarà ritornato allo splendore, sarà quella di valorizzare il legno, che dovrà creare valore aggiunto. Vogliamo creare un’opportunità economica per far sì che i giovani dell’Altopiano abbiano un’alternativa agli allevamenti da latte, che potrebbe essere proprio la filiera del legno”.

“Anche gli agrituristi di Campagna Amica avranno un ruolo determinante – concludono Cerantola e Palù – perché oltre al cibo di qualità che propongono, rappresentano il territorio e consentono di trasmettere grandi emozioni. Attraverso il nostro sito web è possibile seguire ogni step del progetto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *