Breaking News
soccorso per un malore dà in escandescenze. Denunciato

Bassano, manette ai polsi dopo inseguimento

Bassano del Grappa – Un’azione congiunta dei carabinieri della stazione di Bassano del Grappa, di quelli del Norm e dei militari della stazione di Lusiana, ha finalmente posto fine alle intemperanze di un pluripregiudicato marocchino, ben noto alle forze dell’ordine, il 42enne Abdelladime Bousedra. L’arresto è avvenuto al termine di articolate indagini e soprattutto dopo un movimentato inseguimento, ieri sera, per le vie del centro storico di Bassano.

Il soggetto è stato rintracciato ed arrestato su ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dopo diverse violazioni della misura di divieto di dimora nella provincia di Vicenza. Gli era stato vietato di mettere piede nel nostro territorio dopo un precedente arresto per resistenza a pubblico ufficiale, operato dai carabinieri del Radiomobile di Bassano, il 31 maggio scorso.

Le indagini successive hanno rivelato numerose intemperanze ed aggressioni commesse dal marocchino fra Bassano del Grappa, Valstagna e Lusiana. In particolare, l’8 giugno ha minacciato con un casco gli avventori dello Gnomo’s Bar di Lusiana, il 10 giugno ha minacciato una guardia giurata a Bassano e il 12 giugno ha colpito un bassanese in testa con una bottiglia, causandogli lesioni giudicate guaribili in sette giorni.

A tutto questo bisogna aggiungere le accuse di ricettazione formulate dai carabinieri di Bassano e Lusiana in occasione dell’ingente rinvenimento di merci rubate, a Lusiana, oltre che procedimenti per maltrattamenti nei confronti della ex moglie e dei figli. L’operazione toglie dal territorio bassanese uno dei soggetti socialmente più pericolosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *