Breaking News

Un piano contro il caporalato in agricoltura

Venezia – Sarà firmato domani, martedì 21 maggio, a Venezia, a palazzo Balbi, sede della giunta della Regione Veneto, un protocollo di intesa tra l’amministrazione regionale e Veneto Lavoro, Anpal Servizi, Ispettorato interregionale del lavoro, Inps, Inail, sindacati e organizzazioni datoriali. Scopo dell’accordo è quello di realizzare in Veneto un piano coordinato di intervento istituzionale in materia di contrasto al caporalato, al lavoro nero e allo sfruttamento lavorativo in agricoltura. Il protocollo fa seguito all’istituzione del tavolo regionale, nel luglio scorso, per favorire l’incontro legale tra domanda e offerta di lavoro nel settore primario.

Alla firma del protocollo d’intesa, oltre al presidente della Regione Luca Zaia, saranno presenti anche gli assessori regionali al lavoro, all’agricoltura e alle politiche sociali, il direttore di Veneto Lavoro, il presidente dell’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro (Anpal), i vertici delle sedi regionali di Inps, Inail, i rappresentanti delle organizzazioni sindacali del mondo dell’agricoltura (Fai Cisl, Uila Uil e Flai Cgil), i responsabili delle organizzazioni datoriali del settore primario (Confederazione Agricoltori, Cia, Coldiretti) e delle cooperative agricole, dell’agroalimentare e della pesca Agri Veneto, Fedagri, Confcooperative e Legacoop Veneto.

Il piano triennale di coordinamento e contrasto allo sfruttamento lavorativo riguarda un settore che in Veneto conta circa 65 mila aziende, con oltre 174 mila occupati a vario titolo, e che, in termini complessivi, contribuisce al 15 per cento del Pil regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *