Breaking News
Vicenza, Dalla Rosa: "Mobilità da rinnovare"

Richiedenti asilo pizzicati con 15 chili di marijuana

Vicenza – Sono arrivati a Vicenza in treno e avevano una grossa valigia al cui interno c’erano 15 chilogrammi di marijuana. Non sono però andati troppo lontano perché, appena furi dalla stazione, a Campo Marzo, ci hanno pensato gli agenti della Squadra Mobile di Vicenza a pizzicarli, praticamente il flagrante. Ed è così che sono scattate le manette ai polsi dei due corrieri, Nico Mobaik, 37 anni e Desmond Igbinigun, 30 anni, due nigeriani richiedenti asilo, senza precedenti penali e in Italia da qualche anno.

La marijuana era confezionata i vari sacchetti di cellophane e si ritiene fosse destinata al mercato vicentino. Venduta al dettaglio avrebbe fruttato intorno ai 35 mila euro. I due sono oira rinchiusi nel carcere di Vicenza, mentre le indagini della polizia proseguono per allargare i contorni della vicenda, capire quindi da dove proviene lo stupefacente e l’eventuale base vicentina.

Con l’operazione condotta dagli uomini della squadra mobile si è subito complimentato del sindaco di Vicenza, Francesco Rucco, che ha colto l’occasione per chiedere più controlli in stazione. Per il sindaco si è trattato “di un intervento significativo che ha colpito – ha sottolineato – un traffico destinato quasi certamente alla piazza cittadina e, al tempo stesso, ha reso evidente come la stazione ferroviaria rappresenti un nodo nevralgico dello spaccio, con pusher che arrivano, come in questo caso, da altre province e tossicodipendenti che raggiungono Vicenza da fuori città per acquistare la droga”.

Per questo motivo Rucco ha anticipato che chiederà al comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica l’intesificazione dei controlli in stazione, crocevia dei traffici che portano la droga in città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *