Breaking News

Morgan Prebianca nuovo segretario Fiom

Vicenza – Nuovo segretario generale provinciale per la categoria dei metalmeccanici della Cgil. La Fiom di Vicenza è infatti da oggi affidata da Morgan Prebianca, eletto dall’assemblea dei delegati che si è riunita a Villaverla nella struttura della Cooperativa Verlata. Prebianca, 44 anni, tecnico informatico, ha raccolto oltre il 95% delle preferenze ed è operativo nel sindacato di via Vaccari da oltre 15 anni, prima come collaboratore, poi in Fillea (edilizia e legno) e da circa 10 anni in Fiom. Ha vissuto tutti e otto gli anni del segretario generale uscente, Maurizio Ferron, che rimane comunque in segreteria.

Dialogo, lavoro, giovani, precari e ambiente sono i temi al centro delle proposte del nuovo segretario. Senza dimenticare la storia che ha sempre legato a doppio filo la categoria con l’Anpi. A questo proposito, nel suo intervento, Prebianca ha lanciato l’idea che tutti gli iscritti alla Fiom si iscrivano all’Anpi. “In questo modo – ha detto – sarà chiaro da dove veniamo e da che parte stiamo”.

Un importante tema che il nuovo segretario ha sollevato nella sua relazione riguarda il futuro ed in particolare quello dei giovani, sottolineando l’importanza che la cultura del lavoro e della legalità  si diffondano di più tra le nuove generazioni, “a quei ragazzi – ha sottolineato – che partecipano all’alternanza scuola lavoro o che realizzano degli stage in azienda e che non conoscono le cosiddette conquiste del lavoro, che purtroppo vengono ad informarsi al sindacato quando si trovano in condizioni difficili se non invivibili”.

Altro tema importante, secondo il neo segretario, è la frattura che si è creata nel mondo del lavoro e che riguarda il mondo del precariato e le assunzioni a tempo indeterminato. “Una situazione – ha ammonito – da riunificare con la contrattazione: non vogliamo che ci siano lavoratori di serie A e di serie B, tutti hanno gli stessi diritti”. E a proposito di precariato Prebianca ha aperto una parentesi sul mondo dell’informazione: “Dovremo contribuire anche qui, affinché le notizie non siano scritte da precari cronici ma da giornalisti che abbiano un contratto serio e che quindi possano fare una vera informazione libera”.

Sul versante della contrattazione aziendale ha sottolineato la necessità che siano migliorate le condizioni di lavoro dei lavoratori, partendo dagli orari di lavoro. “Quando ai tavoli di confronto ci chiederanno di partire dal fatturato – ha aggiunto -, noi risponderemo che prima si parte dalla fatica del lavoro e dalle condizioni delle persone che lavorano, e poi si potrà discutere degli altri obiettivi”. Un passaggio è stato dedicato anche alle assemblee in preparazione dello sciopero nazionale dei metalmeccanici del 14 giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *