Breaking News

Un incontro di Confindustria sul mercato russo

Vicenza – Da sempre il mercato russo è tra quelli che più amano il prodotto italiano, in tutte le sue declinazioni. Un’economia storicamente concentrata sulla estrazione delle materie prime e povera di manifattura hanno fatto poi della Russia un interlocutore privilegiato del nostro export. La caduta dei prezzi del petrolio, prima, e poi le sanzioni internazionali per la crisi ucraina, stanno totalmente cambiando i connotati del paese e del suo sistema produttivo. Come interpretare questo cambiamento?

Sulla risposta a questa domanda è incentrato l’incontro organizzato da Confindustria Vicenza e intitolato “Russia: l’economia russa e le sanzioni. Come riorientare l’approccio al mercato russo per continuare a coglierne le sue grandi opportunità”. Il convegno si terrà mercoledì 15 maggio, con inizio alle 10, a Palazzo Bonin Longare, sede di Vicenza dell’associazione degli industriali, in occasione della presenza in città di Richard Connolly, direttore del Centre for Russian, European and Eurasian Studies dell’Università di Birmingham, uno dei massimi esperti della Russia e autore di un recentissimo libro sulla reazione russa alle sanzioni.

Il programma dell’incontro prevede gli interventi di Remo Pedon (vicepresidente di Confindustria Vicenza con delega ai mercati esteri), Renzo Simonato (direttore regionale Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige di Intesa Sanpaolo) e Riccardo Fiorentini (direttore del Polo scientifico didattico “Studi sull’impresa” dell’Università di Verona, sede di Vicenza).

Poi, dopo un quadro economico delineato da Gianluca Salsecci (responsabile del coordinamento International Research Network, direzione studi e ricerche di Intesa Sanpaolo), si terrà una tavola rotonda con il contributo di imprenditori che lavorano in Russia o che vi hanno investito, proprio per meglio reagire alla situazione indotta dalle sanzioni internazionali e dalle ritorsioni russe. Saranno presenti Ernesto Ferlenghi (presidente di Confindustria Russia), Ilaria Vescovi (ad di Tecnoclima Spa) Tomaso Rebesani (amministratore della Barausse Russia) e Nicola Pasquali (Head of Multinational Accounts Banca Intesa Russia). Modera la giornalista de Il Sole 24 ore Laura Cavestri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *