Breaking News

Inaugurata la “Smile House” di Vicenza

Vicenza – L’Unità operativa complessa di Chirurgia Maxillo-Facciale dell’ospedale San Bortolo di Vicenza, già inserita nella Rete delle malattie rare europea (Ern), e riconosciuta come centro regionale di riferimento per la diagnosi e la cura delle malformazioni cranio maxillo-facciali, diventa adesso anche punto di riferimento nazionale della Fondazione Operation Smile Italia Onlus.

E’ stata infatti inaugurata ieri, al San Bortolo, la Smile House di Vicenza, la terza in Italia dopo Milano e Roma. La Smile House è un centro di cura multi-specialistico per il trattamento delle malformazioni congenite cranio-maxillo-facciali. In Europa il dato di incidenza complessiva delle forme di labiopalatoschisi, incluse le palatoschisi e le labioschisi isolate, è di circa un neonato ogni 500-700.

Da questo sunto nasce pertanto la progettualità della Fondazione Operation Smile Italia Onlus, attraverso il coinvolgimento di un team di specialisti che valutano insieme i bisogni del paziente e il percorso di cure da seguire in relazione alla patologia. Gli specialisti coinvolti sono anestesisti, pediatri, odontoiatri, ortodontisti, otorinolaringoiatri, infermieri, logopedisti e psicologi. I membri del team prendono in carico il paziente e la sua famiglia in un percorso che inizia durante l’epoca gestazionale con la diagnosi prenatale e dura fino al termine delle cure necessarie.

L’obiettivo del progetto, che vede la collaborazione virtuosa tra servizio sanitario pubblico e una Fondazione privata non a scopo di lucro, è quello di offrire al paziente e alla sua famiglia i servizi di cui necessitano durante il percorso di cure, all’interno di un’unica struttura, nell’ambito del Sistema sanitario nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *