Breaking News

Europee, le imprese: “Messaggio sull’autonomia”

Vicenza – “Le elezioni europee consegnano un verdetto inequivocabile in Veneto: la Lega stravince con il 49,88%, mentre il Movimento 5 Stelle crolla all’8,91%, superato anche dal Partito Democratico, al 18,94%. Dopo il plebiscito del referendum sull’autonomia, i cittadini sono impazienti di chiudere la partita, e hanno premiato in massa chi su questo fronte sta dimostrando volontà e impegno. Gli alleati di governo che stanno invece mettendo un freno all’autonomia sono stati condannati ad una sconfitta che in Veneto assume proporzioni ancora maggiori che rispetto alla media nazionale”.

E’ quanto scrive in una nota, a commento del risultato elettorale europeo, il presidente di Confimi Industria Veneto William Beozzo, aggiungendo che il mondo delle imprese manifatturiere auspica ora che il verdetto delle elezioni rappresenti la svolta decisiva anche nell’attività di governo. Beozzo, insomma, si augura che chi ha provato a rimettere in discussione l’autonomia delle regioni richiedenti corregga il tiro.

“Ricordiamo – sottolinea – che il Veneto, in particolare, ha portato a Roma questa richiesta facendo appello alla Costituzione e a milioni di cittadini che si sono espressi alle urne: se le speranze di queste persone venissero disattese la politica dovrebbe pagarne inevitabilmente le conseguenze. Le imprese venete auspicano inoltre che l’azione di governo possa riprendere con slancio verso il sostegno alle attività produttive in una fase economica complessa e altalenante. Servono con urgenza interventi per ridurre il carico fiscale e snellire la burocrazia”.

Il presidente di Confimi Industria, infine, pone l’accento su un altro tema cruciale: le infrastrutture. “La Superstrada Pedemontana Veneta – conclude – deve essere portata a compimento in tempi rapidi, per servire il territorio e le sue imprese ma anche nell’ottica di un più ampio progetto di rilancio degli investimenti e dell’offerta turistica. Le imprese sono favorevoli alle grandi opere, e ancor di più al rapido completamento di quelle già avviateo. Abbiamo seminato, ora è il momento di raccogliere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *