Breaking News

Basket, il Famila Schio non stecca. Ragusa ko

Schio – Importante vittoria, 65-47, per il Famila Wuber Schio contro la Passalacqua Ragusa in gara 2 di finale scudetto di Sorbino Cup, serie A1 di basket femminile. La chiave delle vittoria arancione sta tutta in un ottimo primo periodo, chiuso sul 23-4. Un solco profondo, quello scavato dalle padrone di casa, che le biancoverdi siciliane non sono state in grado di colmare. Le scledensi conducono ora per 2-0 e martedì 7 avranno la possibilità di chiudere la serie al PalaMinardi di Ragusa dove, sempre alle 20.45, si giocherà gara 3.

Partenza a razzo per il Famila, che al quarto minuto conduce per 11-2, grazie ai centri di Gruda, Quigley e Lavender. Il time out chiesto di gran carriera da coach Giovanni Recupido non sortisce l’effetto sperato, perché le arancioni in questa fase sono un orologio quasi perfetto, che colpisce a ripetizione il canestro (con cinque delle otto cestiste utilizzate da coach Vincent), mandando in archivio il periodo sul 23-4. Per il Famila sono cinque le atlete (sulle otto che hanno calcato il parquet) ad aver contribuito alla causa, mentre per Ragusa è solo Romeo ad aver segnato.

Nel secondo periodo la musica non cambia: Schio è determinato e concentrato, pigia sull’acceleratore e sfrutta ogni disattenzione avversaria trasformandola in punti sonanti. Sono diversi in questa fase i canestri firmati da Lavender dopo aver raccolto un rimbalzo offensivo. Ragusa non riesce ancora ad ingranare. Il suo gioco è poco fluido e le iblee sprofondano a -26, 34-8, riuscendo a limare un po’ il passivo solo sul finire del parziale, 38-17.

Nella ripresa le arancioni non mollano il pallino del gioco: mantengono alta l’intensità, chiudendo in gabbia le Aquile. Al giro di boa del quarto il tabellone recita +26 per le scledensi, 48-22. Romeo prova a mettere in ritmo le sue, ma il quintetto biancoverde ha le polveri bagnate (tira con il 33% dal campo). Nonostante le statistiche poco incoraggianti, le ultime fasi del periodo sono appannaggio delle biancoverdi, che riducono a 19 punti il loro svantaggio, 51-32.

Gli ultimi dieci minuti sono infuocati. Le Aquile ci mettono il cuore per provare a risalire la china. Gianolla, Cinili e Romeo firmano il -16, 55-39, ma Schio non si fa sorprendere e riallunga, chiudendo in scioltezza sul 65-47.

Schio: Filippi, Fassina 1, Masciadri, Crippa, Gruda 12, Battisodo 2, Andrè 8, Dotto 10, Lavender 21, Quigley 11

Ragusa: Romeo 13, Consolini, Cinili 8, Formica 2, Stroscio, Harmon, Gianolla 10, Soli ne, Hamby 6, Kuster 8

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *