Breaking News

Arpav: “Niente criticità nella falda a Montecchio”

Montecchio Maggiore – Non ci sarebbero criticità nella falda, a Montecchio Maggiore, a causa del ritrovamento di rifiuti nel cantiere per la costruzione della superstrada Pedemontana Veneta. Lo assicura l’Arpav, dopo che nei giorni scorsi è stato diffuso, sui social media, un video che descrive una situazione di inquinamento nella zona, in prossimità dell’appendice est della discarica Pontesello in gestione post mortem.

“Il gestore dell’opera- spiega Arpav in una nota diffusa oggi – ha provveduto a rimuovere, e ad avviare a smaltimento,  tutti i rifiuti relativi all’area di scavo eseguendo nel contempo, sotto il controllo di Arpav e in contraddittorio, sistematici prelievi, per la precisione uno ogni 5 metri lineari, del terreno di fondo scavo che è sempre risultato non contaminato e privo di rifiuti. I rifiuti esterni all’opera sono stati mantenuti in loco e confinati con una struttura armata che è risultata parzialmente permeabile alla percolazione di acque meteoriche.  Comunque, le analisi Arpav eseguite nelle reti della falda locale, ad oggi, non hanno evidenziato situazioni di criticità”.

“In particolare – continua l’agenzia regionale per l’ambiente -, i metalli pesanti quali cromo, piombo, nichel, arsenico e mercurio non risultano presenti (inferiori ai limiti di rilevabilità) sia nei pozzi di monte che in quelli di valle. Nelle prossime settimane sarà eseguita una nuova completa campagna di controllo. Il 16 maggio rappresentanti dell’Arpav hanno partecipato, assieme al direttore della struttura di progetto Superstrada Pedemontana Veneta, alla Provincia di Vicenza e al gestore della discarica Pontesello (Agno Chiampo Ambiente) ad una riunione sul tema convocata dal Comune di Montecchio Maggiore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *