Breaking News
Parte del materiale contraffatto sequestrato dalla Guardia di Finanza
Parte del materiale contraffatto sequestrato dalla Guardia di Finanza

Capi di moda falsi. Sequestri ad Arzignano e Vicenza

Arzignano/Vicenza – Vestiti, accessori moda, scarpe, orologi e occhiali con marchi contraffatti sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza, nel corso di tre distinte operazioni, condotte a Vicenza e ad Arzignano, volte al contrasto dei traffici illeciti. I prodotti riportavano marchi, etichette e segni distintivi falsi di note case produttrici. Otre al sequestro della merce, i finanzieri hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Vicenza tre persone extracomunitarie, con le accuse di commercio di prodotti con marchi contraffatti e di ricettazione.

Una delle tre attività svolte è iniziata con il controllo di un cittadino extracomunitario. L’uomo ha attirato l’attenzione di una pattuglia della Compagnia di Arzignano poiché percorreva le vie cittadine portando sulle spalle uno zaino di grosse dimensioni. All’interno dello zaino, come la Guardia di Finanza ha appurato con una verifica, c’erano alcuni capi di abbigliamento di note case di moda, con marchi contraffatti, destinati alla vendita al dettaglio.

Accertata la violazione della normativa di settore e ritenendo necessario chiarire se la persona fermata detenesse a casa altri articoli analoghi, i finanzieri hanno perquisito l’abitazione dell’uomo, un appartamento ad Arzignano. Qui i militari hanno scoperto altra merce taroccata, nascosta in mobili e suppellettili. In totale il sequestro è stato di più di cento articoli, sui quali erano stati applicati duecento tra marchi, contrassegni ed etichette falsificati.

Nel corso di un altro servizio, svolto sempre nella Città del Grifo, le Fiamme Gialle hanno scorto una persona che, con fare guardingo, sostava nelle vicinanze di una stazione di rifornimento di carburanti. Alla vista dei finanzieri l’uomo è diventato nervoso e si è diretto con passo rapido verso un veicolo parcheggiato poco distante. I militari, hanno quindi deciso di intervenire, procedendo all’identificazione della persona e approfondendo il motivo del comportamento sospetto. Quando gli operatori in servizio si sono avvicinati all’auto hanno constatato che nei sedili posteriori, erano stipati, parzialmente nascosti in borse di plastica, numerosi capi di abbigliamento (per lo più giubbotti e scarpe) con i marchi di note griffe di moda.

Chieste spiegazioni in merito alla merce, la persona ha ammesso che stava trasportando capi taroccati, nel tentativo di trovare degli acquirenti interessati. Al termine della perquisizione, sono stati sequestrati più di 60 articoli (giubbotti, pantaloni, cinture, scarpe, felpe e portafogli, recanti loghi di noti brand falsificati.

Per quanto riguarda, invece, Vicenza, qui l’operazione condotta dalla Compagnia del capoluogo berico, preceduta da servizi di appostamento e di osservazione, ha riguardato un esercizio commerciale, al cui interno i militari hanno rinvenuto oltre cento articoli di moda (scarpe e cappellini). Prodotti che, a seguito di un riscontro, sono risultati contraffatti e caratterizzati dall’applicazione di loghi, marchi, contrassegni ed etichette falsificati. Nella perquisizione del negozio sono stati inoltre trovati 800 articoli di vario genere non conformi alle vigenti prescrizioni in materia di sicurezza prodotti, in quanto carenti di ogni tipo di etichettatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *