Breaking News

Un nuovo caso di inquinamento delle acque?

Vicenza – Quali rischi per l’acqua dei vicentini? Lo chiede il consigliere di opposizione nel consiglio comunale di Vicenza Raffaele Colombara, sollecitando l’amministrazione berica ad intervenire sull’Arpav affinché si facciano le dovute verifiche. Colombara pone la questione attraverso una domanda di attualità, presentata all’indomani del sequestro disposto dalla magistratura dell’area della azienda Safond Martini a Montecchio Precalcino, nel cui territorio sono stati trovati metalli pesanti e si teme una contaminazione anche della falda.

“Si viene a concretizzare – scrive Colombara – un nuovo caso di inquinamento ambientale sul nostro territorio, con il rischio paventato nel provvedimento di inquinamento del sottosuolo. La sede dell’azienda si trova a  non più di un chilometro dalle risorgive di Novoledo, che riforniscono, come è noto, l’acquedotto di Vicenza e di Padova.

Considerando inoltre che il Comune di Vicenza è socio del Centro idrico di Novoledo, il consigliere comunale di centrosinistra chiede all’amministrazione di “relazionare sul fatto in oggetto, sui dati a disposizione, e di intervenire tempestivamente presso le agenzie regionali per la tutela dell’ambiente in modo che sia verificato che non sia avvenuta trasfusione di inquinante nelle falde acquifere e che l’eventualità sia in ogni caso prevenuta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *