Breaking News

Quell’eterna campagna elettorale sulla sicurezza…

Riceviamo e pubblichiamo lo scritto che segue, inviatoci dai capigruppo dell’opposizione di centrosinistra nel consiglio comunale di Vicenza. E’ una riflessione sulla eterna, ed ormai sinceramente insopportabile, campagna elettorale che troppi esponenti politici fanno sul tema della sicurezza, sfruttando ed ampliando paure comuni a molti cittadini…

*****

Vicenza – Abbiamo letto sulla stampa locale di oggi le numerose dichiarazioni degli esponenti politici del centrodestra, in particolare quelle provenienti dal fronte leghista. E’ curioso constatare come tutti continuino in una sorta di “campagna elettorale permanente” nella sola speranza di cavalcare il sentimento comune di preoccupazione e la paura dei cittadini, anzi pericolosamente stimolandola, ma non portando alcun contributo concreto per migliorare la situazione. Sarebbe meglio che si ricordassero che ora governano il Comune di Vicenza, la Provincia, la Regione ed anche il Paese.

Questo approccio da “fumo negli occhi” è lo stesso che sta utilizzando anche il sindaco Rucco. I grandi proclami della campagna elettorale non si sono trasformati in fatti. Dal suo insediamento a Palazzo Trissino la situazione sul tema della sicurezza e del degrado è decisamente peggiorata. Rucco continua a perdere tempo prezioso per fare solo una campagna mediatica, ma di progetti e proposte migliorative non ne abbiamo visti. Sono gli stessi cittadini a lamentarsi di tante situazioni fuori controllo.

L’amministrazione comunale di Vicenza, a parte qualche slogan, non sembra avere nessuna idea di come affrontare e risolvere i diversi problemi. Sorprendente per chi sulla retorica della sicurezza ha basato la propria campagna elettorale ed il proprio impegno con i cittadini: l’ennesima promessa mancata o l’ennesima presa in giro. Il problema della sicurezza merita un’analisi più articolata. Va affrontato con un coinvolgimento ampio di tutte le forze dell’ordine, del sociale e di chi si occupa di prevenzione, con un lavoro sul campo costante, attento e capillare.

Servono proposte concrete e condivise con la cittadinanza, come il poliziotto di quartiere, gli animatori di strada e i mediatori culturali, una maggiore illuminazione, una custodia e una vigilanza diverse da quelle proposte oggi per i parchi e le aree verdi; serve un piano strategico per affrontare con soluzioni concrete il problema dell’abbandono e del degrado dei luoghi della città con uno sguardo ampio ed un orizzonte che vada oltre al solo Campo Marzo e che metta al centro i Quartieri, oggi completamente dimenticati. E’ necessario rendere i luoghi vivi ed attrattivi con attività di intrattenimento.

Un piano di azioni, dunque, concreto ed efficace. L’esatto opposto della strada imboccata oggi dall’amministrazione: tante parole, nessuna concretezza. I cittadini ci chiedono soluzioni e non slogan. Per questo ci rendiamo disponibili ad un confronto urgente, razionale e concreto, volto alla ricerca di soluzioni. L’amministrazione accolga le nostre proposte e assuma un atteggiamento maggiormente responsabile finendola con proclami e dichiarazioni che, dopo un anno di mandato, ancora cercano di attribuire le responsabilità ad altri. I cittadini meritano maggiore rispetto.

Otello Dalla Rosa – Pd
Ciro Asproso – Coalizione Civica
Raffaele Colombara – Quartieri al Centro
Giovanni Selmo – Da adesso in poi    
Ennio Tosetto – Vinova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *