Breaking News

Nuovi controlli dello Stato sulle piattaforme di gioco online

Il settore del gioco online è pronto ad accogliere un’altra grande sfida: accompagnare alla crescita di utenti e di entrate, una sempre maggiore sicurezza, consapevolezza, responsabilità e tutela del giocatore. Per tale ragione la AAMS, Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, sta mettendo in pratica nuovi espedienti e nuove tipologie di monitoraggio sui casinò virtuali.

Rispettare le regole è fondamentale per tutti gli operatori di gioco online: se una piattaforma viola gli standard di sicurezza può incorrere in pesanti sanzioni, tra le quali il blocco del sito internet. L’AAMS, che oggi ha cambiato nome in ADM (Agenzia Dogane e Monopoli), fa esporre a tutti i siti in regola il proprio marchio, un logo che certifica la sicurezza della piattaforma e il suo passaggio positivo alle operazioni di controllo. 

Tra le recenti misure ideate per tutelare il consumatore, la più importante è senza dubbio quella del RUA, ovvero il Registro Unico delle Autoesclusioni. Il suo funzionamento è molto semplice: qualsiasi utente ritenga di essere in pericolo o a rischio di comportamento ludopatico, può decidere di autotutelarsi, richiedendo di essere escluso dalle piattaforme di gioco ed inserendo il proprio nome all’interno del Registro. L’utente ha la possibilità di decidere il tempo di esclusione che, mai inferiore a trenta giorni, può essere determinato o indeterminato. La richiesta va indi inoltrata all’ADM. 

Si tratta di una procedura innovativa e più vicina alle esigenze del giocatore. Precedentemente infatti l’autoesclusione riguardava solo il sito su cui si inoltrava la domanda, mentre l’account restava attivo su tutte le altre piattaforme di casinò live presenti sulla rete. In questo modo, invece, l’esclusione è totale. 

Nel 2017 poco più di 50 mila persone hanno deciso di autoescludersi, un numero limitato ma comunque in aumento, almeno +5% rispetto all’anno precedente. Un segnale di consapevolezza e maggiore responsabilità dell’utenza ma anche una prova che come strumento il RUA funziona.

Gli obiettivi del Registro Unico sono quelli di limitare gli effetti del gioco patologico sugli utenti, soprattutto considerata la costante crescita del settore online, che richiama annualmente investitori da ogni parte del mondo: in poco tempo le aziende che hanno deciso investire in Italia sono moltiplicate, attratte da un settore florido e in salute. Nel solo 2018 sono stati fatturati oltre 100 miliardi di euro, con una spesa media di 400 euro all’anno per persona nel gioco d’azzardo. 

Ecco perché scegliere sempre e solo piattaforme legali, sicure e garantite è fondamentale per non cadere nella trappola dell’illegale. E soprattutto per giocare in maniera sicura. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *