Breaking News

Marostica elimina le barriere architettoniche

Marostica – Dopo un lungo lavoro, durato sei mesi, comprensivo di sopralluoghi a trentasei edifici pubblici e a quindici percorsi pedonali, il Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche (Peba) di Marostica è pronto. Il Comune potrà ora accedere, anche per stralci, ai diversi finanziamenti dedicati al superamento degli elementi costruttivi che impediscono gli spostamenti o la fruizione dei servizi alle persone con limitata capacità motoria o sensoriale

“Si tratta di uno strumento fondamentale, che non esisteva – ha sottolineato l’assessore al sociale, Renato Bertolin – e che ha permesso di fotografare la realtà delle barriere architettoniche del territorio comunale. Questo grazie, in un primo momento, alle segnalazioni dei cittadini arrivate attraverso un questionario e poi attraverso uno studio dettagliato a cura di un esperto in materia, l’architetto Davide Baggio, al quale abbiamo affidato l’incarico. Baggio ha eseguito il check up di tutti i fabbricati comunali, individuando i possibili interventi in materia di accessibilità”.

“Nella sua completezza – ha proseguito Bertolin – il piano prevede lavori per un milione e 100 mila euro, ma sarà possibile procedere per stralci. La nostra priorità sarà quella di intervenire sulle scuole, soprattutto sugli istituti del capoluogo, dove si sono rilevate le maggiori criticità”.

“È infatti necessario migliorare, il prima possibile, la fruibilità e la qualità degli spazi didattici per le persone diversamente abili ma non solo. Per il resto, le strutture nella maggior parte dei casi esistono, anche per chiare indicazioni normative, ma non sono adeguate. Il lavoro da fare è tanto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *