Breaking News
Mamme No Pfas scrivono al Ministro della Salute

Mamme No Pfas scrivono al Ministro della Salute

Lettera aperta delle Mamme No Pfas al Ministro della Salute Giulia Grillo…

*****

Gentile Ministro Della Sanità,

a scriverLe sono le Mamme No Pfas del Veneto. Per quarant’anni la nostra acqua, la nostra aria e la nostra terra sono state contaminate dalle sostanze perfluoroalchiliche. 350 mila persone sono state colpite: non solo noi adulti ma anche i nostri bambini. A loro i Pfas abbiamo iniziato a trasmetterli noi, mentre erano nel nostro grembo, mentre li allattavamo al nostro seno. Il resto hanno fatto l’acqua e il cibo.

Il giorno 16 aprile la Regione Veneto ha emesso il nuovo bollettino aggiornato del Piano di sorveglianza sanitaria con i primi dati rilevati nei bambini: si conferma quanto previsto e cioè che  anche loro sono  stati contaminati ed iniziano a mostrare i segni di interferenza con le funzioni metaboliche che già sono state riscontrate nella popolazione adulta.

Per tanti anni noi non abbiamo potuto salvaguardare  i nostri figli, perché nemmeno eravamo a conoscenza di questo immane disastro, ma adesso pretendiamo che siano poste in essere tutte le misure preventive volte ad evitare ogni possibile ulteriore esposizione dei nostri figli a queste sostanze.

Al momento non esiste cura farmacologica o trattamento sanitario per eliminare queste sostanze dal nostro corpo e da quello, ancora più delicato, dei nostri bambini. L’Efsa ha indicato che le Tdi giornaliere di Pfoa e Pfos sono rispettivamente di 0.86/kg e 1.86 ng/kg al giorno, ma ad oggi Arpav ha limiti di quantificazione per l’acqua che si fermano a 5ng/l

Quindi non ci fidiamo di dare quest’acqua ai nostri bambini, nemmeno per preparar loro da mangiare. Quello che è certo è che i nostri bambini sono a rischio di sviluppare malattie e che studi recenti hanno posto l’allarme sugli effetti soprattutto a carico dell’apparato riproduttivo.

Per questo, signor Ministro, le chiediamo di attivarsi affinché in tutti i comuni veneti colpiti da questo disastro le mense delle scuole di ogni ordine e grado forniscano obbligatoriamente acqua in bottiglia sia per bere che per cucinare. Per lo stesso motivo chiediamo che il cibo preparato nelle mense sia certificato come completamente privo di Pfas. I nostri bambini non sono stati tutelati in passato, ci aiuti a tutelare il loro futuro!

Mamme NoPfas – Genitori attivi area contaminata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *