Camisano, azienda avverte: “Il 25 aprile si lavora”

Camisano Vicentino – “Da più di 70 anni il nostro paese festeggia il 25 aprile, data della liberazione dell’Italia dal regime nazifascista. All’azienda New Box di Camisano Vicentino non la pensano così. Nei suoi reparti infatti sono stati affissi, nei giorni scorsi, dei cartelli nei quali c’era scritto: Per tutti, il giorno 25 aprile si lavorerà come tutti gli altri giorni. Vogliamo ricordare alla direzione aziendale che, il contratto dei metalmeccanici prevede il diritto dei lavoratori a non presentarsi al lavoro il 25 aprile”.

E’ quanto scrivono in una nota il sindacato Fiom Cgil e l’Anpi a proposito di quest’azienda sìdi Camisano che oggi non ha “festeggiato” il 25 aprile avvertendo i suoi dipendenti con tanto di cartello affisso. E nella nota appunto la Fiom e l’Anpi si dicono sdegnate per questa scelta aziendale di “far lavorare i dipendenti – sottolineano – proprio nella ricorrenza che è forse la più importante e rappresentativa della libertà di cui godiamo oggi e che ci ha regalato una carta costituzionale che ci viene invidiata in tutto il mondo”.

“La festa della liberazione – concludono Fiom e Anpi – commemora ed onora, tutte quelle persone che, a costo della loro stessa vita, hanno combattuto e sono morte per garantire la nostra libertà, compresa quella di fare impresa e di operare nel libero mercato che oggi conosciamo. Ricordiamo inoltre, che, il 25 aprile del 1945 a Milano furono proprio gli operai in sciopero a scendere in piazza per liberare la città, al fianco del comitato di liberazione di cui faceva parte anche Sandro Pertini, futuro presidente della Repubblica Italiana”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità