Breaking News

Calcio, quel Vicenza che non riesce a vincere…

Vicenza – Ennesima domenica da dimenticare per il Vicenza, che oggi ha pareggiato di nuovo, contro il Gubbio, ed ancora davanti al proprio pubblico. Lo stadio Menti insomma sembra essere stregato per i colori biancorossi, che non vincono in casa dal novembre scorso, circostanza che è cartina di tornasole di una stagione altrettanto poco esaltante. A tre partite dalla fine del campionato infatti, sembra ormai che la stagione, pur essendo ancora aperta, sia comunque segnata per il Lane, al nono posto in classifica e poco avvezza alla vittoria negli ultimi mesi.

Anche se la squadra riuscirà ad accedere ai play off, si dovrà comunque parlare di stagione deludente, al di sotto delle aspettative. E la partita di questo pomeriggio, come spesso avviene, ha rispecchiato quello che è successo in campionato. E’ infatti cominciata bene, con il Vicenza che ha cominciato attaccando e con la giusta determinazione. Tuttavia a portarsi in vantaggio è stato l’avversario, sugli sviluppi di un calcio di punizione e grazie ad una distrazione difensiva che ha concesso a De Silvestro di trovarsi a tu per tu con il portiere biancorosso e trafiggerlo da pochi passi.

Bene poi la reazione dei padroni di casa, che trovano il pareggio con un bel tiro dal limite di Cinelli, ma pochi minuti dopo il Gubbio passa di nuovo. Ed avviene ancora su una palla ferma, su un altro calcio di punizione, battuto magistralmente da Casiraghi, che da 25 metri trova l’incrocio dei pali. Pochi minuti dopo arriva il pareggio biancorosso, con Guerra, che conclude un’ottima azione di Giacomelli. E siamo solo alla mezz’ora del primo tempo…

Il resto della partita è senza gol, e senza fatti particolari da segnalare, salvo l’espulsione di Cinelli per doppia ammonizione. Una partita che il Vicenza poteva vincere, ma che forse non ha vinto per disattenzione e perché non ci ha creduto abbastanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *