Basket, Schio batte San Martino e va in finale

San Martino di Lupari (Padova) – Match point a segno per il Famila Wuber Schio, che ha battuto 53-62 le padovane del Fila San Martino di Lupari e conquistato il biglietto per la finale scudetto di Sorbino Cup chiudendo la serie sul 3-1. Ieri sera, in gara 4 di semifinale playoff giocata al PalaLupe, le arancioni hanno dunque bissato il successo di tre giorni fa e, come in gara 3, hanno faticato non poco per imporsi sulle avversarie. Le giallonere, scese in campo senza Sandri, fermata da un infortunio patito negli ultimi istanti di gara 3, hanno disputato un’ottima partita, cedendo infatti solo nel finale.

Per conoscere la squadra che affiancherà Schio nella corsa al tricolore della stagione 2018/2019 bisognerà attendere sabato. Sempre ieri sera, infatti, al PalaMinardi di Ragusa, la Passalacqua ha sconfitto 66-57 l’Umana Reyer Venezia, impattando la serie sul 2-2. La bella è in programma proprio il 27 aprile, alle 20.30, sul parquet del Taliercio di Mestre, fortino delle orogranata.

Tornando all’incontro delle 21, lo 0-4 (Lavender – Gruda) con cui Schio apre la contesa viene presto cancellato dal Fila, che impatta per mano di Marshall, a bersaglio due volte, 4-4. Le padovane passano poi in testa con la tripla di Tonello, 7-6, ma Crippa replica con la stessa moneta e, al metà parziale, il Famila rimette la testa avanti, 7-9. Il match è spigoloso e a prevalere sono le difese: nonostante in questa fase la mira delle ospiti sia migliore rispetto a quella delle padrone di casa (46% dal campo contro il 33%), alla prima sirena il tesoretto accumulato dalle scledensi è di sole 3 lunghezze, 13-16.

I canestri di Marshall e Pastore, da una parte e di Crippa e Quigley dall’altra muovono il tabellone, ma non alterano il divario, 17-20. A tracciare un lieve solco ci pensano Dotto e Gruda, che spingono il Famila a +7, 23-30. Con due conclusioni pesanti, entrambe di Keys, in 30 secondi, San Martino si riporta a contatto, 29-30 e al ventesimo le due contendenti sono ancora separate da un punto, 31-32.

Al rientro sul parquet dopo la pausa lunga Schio confeziona un break di 5-0 che vale il 31-37. Il Famila fa un altro passetto in avanti, senza però raggiungere la doppia cifra di vantaggio, 33-41. Le ospiti mantengono il pallino del gioco contro un Fila che, in questa fase, ha in Melnika il suo unico terminale offensivo. Alla mezzora le arancioni conducono per 41-49, un match il cui esito è tutt’altro che scritto.

La tripla di Pastore, in avvio di ultimo periodo, vale il -5, 44-49, ma anziché accendere le Lupe, pare rinvigorire le scledensi, che scippano le redini del gioco alle avversarie e dilatano il loro vantaggio, 46-56. Sul nuovo +10, 50-60, a 100 secondi dal fischio finale, Keys trova il fondo della retina dalla lunga distanza, 53-60, ma l’ultima parola del match è di Battisodo. I due tiri liberi della playmaker arancione fissano il risultato sul 53-62.

San Martino di Lupari: Dotto C. ne, Webb 11, Fietta, Tonello 5, Beraldo ne, Keys 11, Melnika 11, Marshall 7, Pastore 8, Tognalini, Sandri ne

Schio: Filippi ne, Fassina, Masciadri, Crippa 5, Gruda 13, Battisodo 8, Andrè, Dotto F. 11, Lavender 12, Quigley 13

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità