Breaking News

Basket, il Famila Schio espugna il PalaLupe

San Martino di Lupari (Padova) – Ieri sera il Famila Wuber Schio ha sconfitto 50-55 il Fila San Martino di Lupari è si è aggiudicato gara 3 di semifinale scudetto di Sorbino Cup espugnando, per la prima volta in questa stagione (Coppa Italia a parte) il PalaLupe. Grazie al successo nell’equilibrata e combattuta gara delle 20.30, le arancioni conducono ora la serie per 2-1 e mercoledì potrebbero chiudere i conti. Il 24 aprile è infatti in programma gara 4, che si giocherà sempre al palazzetto dello sport padovano, con palla a due alle 21.

La situazione è di 2-1 anche nell’altra semifinale, quella che vede opposte l’Umana Reyer Venezia e la Passalacqua Ragusa. Dopo aver conquistato le prime due partite, ieri sera le veneziane sono state sconfitte, 73-56, dalle siciliane, che hanno dunque dimezzato le distanze. Anche in questo caso gara 4 si giocherà mercoledì 24, sempre al PalaMinardi di Ragusa.

Tornando al derby veneto, al canestro in sospensione di Lavender replica Melnika, con l’appoggio al tabellone del 2-2. Dopo alcuni minuti di stasi, le Lupe cambiano passo e imprimono un’accelerata al match. Keys, Tonello e Tognalini trovano il fondo dalla retina dalla lunga distanza, mentre per Schio è solo Crippa ad andare a segno. Un break di 9-2, quello costruito dalle padovane,  che vale l’11-4 del sesto minuto. Battisodo, Quigley e Lavender si ritagliano buone soluzioni, ma il Fila non molla e mantiene sette lunghezze di vantaggio, 18-11. Solo al termine del periodo, con  i liberi di Lavender, il Famila accorcia le distanze, 18-13.

Palle perse ed errori al tiro segnano i primi minuti del secondo quarto e poi Melnika rimpolpa il tesoretto giallonero, 20-13. Le scledensi non si perdono d’animo e, trascinate da Gruda, Quigley e Lavender impattano, 20-20. La lunga statunitense sigla il +2 di Schio, 22-24, ma è un vantaggio che dura giusto il tempo di una azione, perché le padrone di casa ripassano subito in testa, 26-24. I due quintetti si danno battaglia e, al ventesimo, il tabellone è in perfetta parità, 32-32.

Nella ripresa Keys mette a referto il +2 per San Martino, 34-32, poi le arancioni replicano con due canestri (Lavender e Dotto) che rovesciano il risultato, 34-36. Il match è davvero combattuto e le due squadre procedono a braccetto senza che una riesca ad imporre il suo gioco, tanto che alla terza sirena Fila e Famila sono separate da un solo punto, 42-43.

Pure negli ultimi, decisivi, minuti della gara Schio e San Martino continuano ad alternarsi in testa. Sul 44-45, Keys e Webb griffano un mini break di 5-0 che regale alle Lupe il +4, 49-45. La rimonta di Schio passa per le mani di Gruda, che prima appoggi al tabellone il -2, 49-47, e poi, dopo due giri di lancette, va a bersaglio con altri tre punti, 49-50. Dotto rincara la dose e le scledensi conducono con quattro punti di margine, 50-54. Sul cronometro rimangono ancora tre minuti da giocare e potrebbe succedere di tutto. In realtà non accade nulla. Solo a quattro secondi dal termine il tabellone si muove. Dalla lunetta Allie Quigley fa 1/2 e la gara si chiude con un importante successo esterno del Famila, 50-55.

San Martino di Lupari: Dotto C. ne, Webb 6, Fietta, Tonello 3, Beraldo ne, Keys 13, Melnika 9, Milani ne, Marshall 10, Pastore 5, Tognalini 4, Sandri

Schio: Filippi ne, Fassina 6, Masciadri, Crippa 2, Gruda 13, Battisodo 2, Andrè 2, Dotto F. 7, Lavender 14, Quigley 9

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *