Breaking News

Atti vandalici a Schio. 18enne denunciato

Schio – “Ho fatto una sciocchezza”. Ha dunque ammesso le sue responsabilità il 18enne che qualche sera fa, in stato di ubriachezza, si è reso responsabile di alcuni atti vandalici in centro a Schio. Per il 18enne, accusato di danneggiamento aggravato e disturbo alla quiete pubblica, è scattata una denuncia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vicenza. A carico del giovane, residente in provincia di Mantova ma attualmente domiciliato da un familiare a Schio, anche una multa di 102 euro per ubriachezza in luogo pubblico.

Per quanto riguarda i fatti, questi risalgono alla sera di martedì 2 aprile, quando due amici, un maggiorenne ed un 17enne, dopo aver visto la partita di calcio Milan-Udinese, hanno deciso di andare a mangiare un boccone in un locale vicino alla stazione dei treni.

In via battaglione Val Leogra, si sono imbattuti nel 18enne, il quale, in preda ai fumi dell’alcool, stava urlando contro una persona. La coppia di amici ha cercato di calmarlo e lui ha risposto che era arrabbiato con un negozio di telefonia perché non gli aveva ancora restituito il suo smartphone, che aveva lasciato affinché venisse sostituita la batteria.

“Farò aprire il negozio per farmelo restituire” avrebbe detto ai due conoscenti. Il terzetto si è così diretto verso il punto vendita. Nel tragitto, il 18enne ha iniziato a colpire a caso tutto ciò che si trovava davanti: cestini, fioriere, quadri elettrici… Si è inoltre spogliato della felpa e della maglietta, rimanendo a petto nudo.

Giunto davanti al negozio e trovandolo chiuso il giovane ha dato in escandescenze. Urlando “Chi comanda a Schio” ha fatto cadere la fioriera di un negozio, l’ha raccolta, sollevata e poi scagliata contro una vetrata. A questo punto, non riuscendo a calmarlo, e preoccupati per la possibilità di essere denunciati, i due ragazzi si sono allontanati prendendo due direzioni opposte.

Il giorno successivo, dopo la pubblicazione sul web del filmato che immortalava quanto accaduto, alcune persone hanno riconosciuto i tre ed hanno telefonato alla polizia locale per fornire i dettagli in loro possesso.

Gli agenti hanno quindi raggiunto le abitazioni dei giovani. I due ragazzi indirettamente coinvolti negli atti vandalici (l’autore materiale dei danneggiamenti è infatti solo il 18enne denunciato) hanno subito reso una testimonianza così da alleggerire la loro posizione e il 18enne, come detto all’inizio, ha ammesso le sue responsabilità. Ora la polizia locale sta raccogliendo le denunce da parte dei negozi e delle attività che hanno subito gesti vandalici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *