Breaking News

Vicenza, nuovo supermercato a San Lazzaro?

Vicenza – “Ancora rotatorie in cambio di supermercati. Riprende infatti quota, a Vicenza, la previsione che sia realizzato un altro supermercato lungo viale San Lazzaro, nell’area Piva Gomme, e lì innestato attraverso una nuova rotatoria, prevista da questa amministrazione nei lavori di rifacimento di viale San Lazzaro”. Lo scrive, in apertura di una interrogazione presentata oggi, Raffaele Colombara, consigliere comunale a Vicenza per la lista Quartieri al centro.

“Innanzitutto – si chiede il consigliere di opposizione -, abbiamo veramente bisogno di un’altra superficie di vendita lungo un asse dove è già massiccia la presenza di strutture commerciali? Al riguardo, cosa sta facendo l’attuale giunta che ha dichiarato di voler preservare il commercio di vicinato e di volersi opporre a queste nuove strutture, ma nei fatti ne sta trattando di nuove, come in questo caso? Altro che cambiamento, questa amministrazione tira dritto, tra le proteste dei cittadini che non hanno avuto ancora modo di essere informati sui lavori lungo viale San Lazzaro e sull’arrivo di questi nuovi supermercati”.

Nell’interrogazione Colombara ricorda che, al riguardo, i cittadini hanno firmato numerosi una petizione che sostiene una proposta contro il proliferare i supermercati, proposta che è ferma tra le carte del consiglio comunale. Il consigliere pone poi l’accento su alcuni aspetti tecnici rilevanti.

“Visti i flussi di traffico dichiarati nel progetto definitivo – avverte -, le grandi dimensioni della rotatoria prevista nell’area Piva Gomme fanno pensare che essa sia dimensionata non solo per il traffico su viale San Lazzaro. E’ forse prevista nell’area Piva Gomme l’attestazione di una strada di collegamento con la zona industriale? Un intervento così importante necessita di adeguati studi per definire un corretto dimensionamento: al riguardo, è stato fatto uno studio del traffico”

Vi è infine una questione relativa alla destinazione urbanistica dell’area Piva Gomme. Una sentenza del Tar, passata in giudicato, ha accolto le motivazioni dei proprietari dell’area e annullato la previsione del comune, che trasformava il comparto in residenziale e l’univa all’area Lanerossi ai Ferrovieri attraverso un cavalcavia che partiva da Piva Gomme. La destinazione rimane quella attuale, compatibile con attività commerciali, come un supermercato. Perché, chiede Colombara, il Comune di Vicenza non si è appellato ed il Piano degli interventi non ha ancora recepito la sentenza?

Colombra conclude la sua interrogazione definendo queste previsioni urbanistiche e viabilistiche vecchie e non adatte alle attuali esigenze della città. “L’amministrazione comunale – commenta – al riguardo è schizofrenica: da una parte dice di voler andare avanti con la Tav, e quindi con le opere di nuova viabilità che scaricano l’asse di San Lazzaro e San Felice; dall’altra, però, Rucco, Cicero e Zoppello, vanno avanti con queste ipotesi di supermercati, bretelline e by pass che mal si conciliano, addirittura interferiscono, con quanto previsto dalle opere della Tav”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *