Vicenza

“A Vicenza, la montagna partorì il topolino”

Commento del sindacato di base Cub Pubblico impiego al “valzer dei dirigenti” annunciato oggi dal Comune di Vicenza. “Alla fine – stigmatizza Maria Teresa Turetta, responsabnile vicentna di Cub Pubblico Impiego – la montagna partorì il topolino”

*****

Vicenza – Ci sembra un pesce d’aprile il valzer delle nomine dirigenziali annunciato oggi dal Comune di Vicenza per il prossimo primo di aprile, a distanza di nove mesi dall’insediamento della giunta Rucco. Non si capisce cosa dovrebbe cambiare rispetto a prima visto che quattro di questi dirigenti cesseranno a vario titolo, nel giro di qualche settimana o mese.

Difficile da comprendere come meglio dovrebbe diventare più efficiente la macchina comunale dal prossimo mese. Spostare un dirigente a fine carriera o a pochi mesi dal suo trasferimento bloccherà la funzionalità della macchina comunale, impedendo l’avvio del necessario slancio organizzativo rimasto ingessato per tutto il decennio del governo Variati.

Come Cub pubblico impiego esprimiamo quindi preoccupazione, perché la stasi organizzativa perdurerà anche nei prossimi mesi, mentre stenta a decollare un progetto politico, amministrativo e direzionale in discontinuità rispetto al passato. Per fortuna, ai servizi rivolti ai cittadini ci pensano i dipendenti comunali, tra carenza di personale e mille difficoltà.

Maria Teresa Turetta – Cub Pubblico Impiego – Vicenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità