Breaking News

Si allarga l’Unione Montana Pasubio-Alto Vicentino

Schio – I comuni di Valdagno, Recoaro Terme e Brogliano dovrebbero presto entrare a far parte dell’Unione montana Pasubio-Alto Vicentino. I tre enti, che in passato appartenevano alla Comunità montana Agno Chiampo, dovendo aderire ad una Unione montana, in base a quanto disposto dalla legge regionale 40/2012, hanno scelto di far parte di quella del Pasubio e Alto Vicentino.

Ed oggi ha preso il via oggi il relativo percorso di allargamento dell’ente, che dovrà essere ora formalizzato presso la Regione Veneto, in un incontro già programmato a Venezia per il prossimo lunedì 25 marzo.  L’Unione montana che ne nascerebbe sarebbe la più grande del Veneto, con circa centomila abitanti e un’estensione territoriale di oltre 350 chilometri quadrati. Si sono tenuti già alcuni incontri tra i sindaci interessati per iniziare a condividere scelte e progetti, puntando alla gestione in comune di alcune funzioni fondamentali.

“Si è ritenuto importante avviare il percorso quanto prima – si legge in una nota dell’Unione montana Pasubio-Alto Vicentino -, tenendo comunque conto che le elezioni amministrative di maggio porteranno il subentro di alcuni nuovi amministratori. A breve sarà progettata la struttura dell’ente soprattutto in termini di personale, in modo da garantirne l’operatività. Le prime tappe del nuovo ente saranno la stesura di un nuovo statuto e la scelta del nome. Per la vallata dell’Agno sarà garantito il presidio di un ufficio presso l’ex sede della Comunità montana a Valdagno”.

Nell’incontro di oggi erano presenti i sindaci dei comuni dell’unione e dei tre comuni richiedenti. A detta di tutti gli amministratori questa non è solamente una possibilità, ma una opportunità e una sfida al futuro da parte di tutto il territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *