Breaking News

Ricettazione, 4 denunce e refurtiva per 4000 euro

Rosà – Quattro persone sono state denunciate dai carabinieri per ricettazione e, in una abitazione di Rosà, che i quattro indagati condividevano, è stata recuperata refurtiva per oltre quattromila euro. L’operazione è stata  condotta dai carabinieri della stazione di Rosà, che negli ultimi tempi hanno indagato a fondo sulla criminalità predatoria nella zona. I denunciati sono: S.G.G., 55enne italiano residente a Rosà, Y.H., 46enne marocchino, B.R., 28enne anche lui marocchino, e M.E., un 31enne albanese.

A seguito di analisi sugli eventi criminosi, interpolata con diverse segnalazioni dei cittadini, i militari sono giunti a scoprire un’abitazione di Rosà ove dimoravano 4 soggetti e dove era custodita un’ingente quantità di refurtiva.

Tra la refurtiva recuperata ci sono una macchina da caffè, con capsule, cialde e altri oggetti provento di quattro distinti furti perpetrati ai danni del bar degli impianti sportivi di Rosà di via Cà Diedo, un tagliaerba e un ciclomotore, rubati in una casa di Tezze sul Brenta, e un registratore di cassa, rubato ad un bar. Molti altri oggetti sono stati inoltre recuperati, senza che però, al momento, siano stati trovati i proprietari. Ecco l’elenco di questi oggetti.

Non è escluso che il materiale ritrovato potesse essere stato preparato per commettere altri furti, anche di maggior rilevanza ed anche ai danni di esercizi commerciali o aziende dotate di maggiori sistemi anti intrusione. I carabinieri invitano comunque tutti i cittadini a denunciare sempre ogni reato, cosa fondamentale per i risultati delle indagini e per aumentare la possibilità che sia restituito il maltolto alle vittime di furti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *