Breaking News
Erik Pretto
Erik Pretto

Pretto alla gestione dei beni confiscati alle mafie

Roma – Il deputato vicentino della Lega Erik Pretto è stato eletto presidente del Comitato per l’analisi delle procedure di gestione dei beni confiscati e sequestrati, organismo interno alla Commissione bicamerale di inchiesta sul fenomeno delle mafie. Si tratta di uno strumento importante, che ha il compito di provvedere all’adeguatezza e all’efficienza delle norme sulla confisca dei beni e sul loro uso sociale e produttivo.

“Sono onorato di questa elezione – ha detto il parlamentare -. Con responsabilità e diligenza, mi farò promotore – continua Pretto – di una piena collaborazione con l’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, recentemente rafforzata per volontà diretta del ministro dell’Interno Matteo Salvini con un significativo aumento di personale. In sinergia con il Ministero dell’Interno, ci poniamo l’obiettivo di intraprendere un percorso continuativo e virtuoso volto alla semplificazione ed accelerazione delle procedure per l’assegnazione dei beni strappati alle mafie, rendendo più agevoli le vendite delle ex proprietà dei boss con adeguati ed approfonditi controlli in capo ai nuovi acquirenti”.

“Ad oggi – ha aggiunto Pretto -, l’agenzia gestisce oltre 17 mila immobili sul territorio nazionale, di cui oltre 15 mila già destinati a finalità sociali, istituzionali o alla vendita, e pèiù di tremila aziende in operatività. Alla luce dei recenti fatti di cronaca che hanno purtroppo toccato anche il nostro Veneto, possiamo dire con certezza che la concreta destinazione di queste importanti risorse economiche a beneficio della cittadinanza o dell’imprenditoria onesta è uno dei mezzi più concreti per combattere l’azione delle organizzazioni malavitose sul territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *