Breaking News

Presentato il bilancio di attività di Veneto Sviluppo

Venezia – “Non siamo una banca, ma una finanziaria e coltiviamo un sogno: vogliamo convincere i veneti ad investire, rendendoli consapevoli che, facendolo attraverso Veneto Sviluppo, hanno l’opportunità di supportare direttamente lo sviluppo economico della propria regione”. Così il presidente della Regione Luca Zaia ha commentato la presentazione del bilancio dell’attività triennale 2016-2018 della società finanziaria regionale, che negli ultimi anni è stata sottoposta ad una significativa ristrutturazione. Oggi si configura quale partner investitore in progetti di sviluppo di medie e grandi aziende, braccio operativo della Regione attraverso misure anticrisi e supporto finanziario diretto per le Pmi colpite da eventi e calamità naturali.

I numeri presentati dal residente di Veneto Sviluppo, Fabrizio Spagna, dicono che nell’ultimo triennio la finanziaria regionale ha erogato finanziamenti ad imprese pari a 1,33 miliardi di euro, deliberando 20.700 operazioni, quasi tutte a favore di piccole imprese, metà delle quali del settore artigiano. Da rilevare gli interventi di sostegno all’imprenditoria femminile e a quella giovanile, previsti da specifici provvedimenti regionali e attivati di conseguenza dalla Finanziaria regionale, che hanno visto complessivamente 4.659 operazioni realizzate per un valore complessivo di 260 milioni di euro.

“Ricordo che, – ha precisato Luca Zaia – anche in una Regione virtuosa come la nostra, ritenuta dalla Germania  uno dei primi dieci partner commerciali, alla stregua di uno stato nazionale, un territorio dove la disoccupazione è al 6,6 per cento, attraverso Veneto Sviluppo abbiamo dato risposte e supporto concreto alle imprese che chiedevano aiuto. E questo è un impegno che continueremo a sostenere”.

Concetto rafforzato nell’occasione dall’assessore regionale allo sviluppo economico ed energia Roberto Marcato. “La crisi economica ha messo a dura prova il tessuto economico regionale – ha ricordato Marcato –. Ricordo che il 97% delle nostre imprese hanno meno di dieci dipendenti. Nel momento della crisi, due cose ci hanno chiesto: da un lato di supportarle nei percorsi di ricerca e innovazione, che abbiamo sostenuto con investimenti pari a 140 milioni di euro, e dall’altro di aiutarli nell’accesso al credito. Questo le imprese continuano a chiedere, e attraverso Veneto Sviluppo abbiamo dato le risposte che il sistema imprenditoriale si aspettava, tenendo in considerazione che il tema dell’occupazione è soprattutto sociale.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *