Breaking News

Mamme No Pfas in piazza per un futuro migliore

Vicenza – “Ma quale notizia? Il clamore, gli articoli sui giornali, addirittura i nomi, solo cronaca di tutti i giorni: la mafia, i rifiuti, l’acqua inquinata: solo cronaca di un mondo marcio, che i nostri ragazzi, scesi in piazza venerdì scorso stanno cercando di curare. Noi genitori dobbiamo preoccuparci del loro futuro e non del passato, sul quale ci soffermiamo solo per un attimo per ringraziare il Noe dei carabinieri di Treviso”.

E’ quanto scrive oggi in una nota il gruppo della Mamme No Pfas, genitori a difesa della salute e dell’ambiente che hanno, per altro, partecipato oggi a Roma alla “Marcia per il clima, contro le grandi opere inutili e la devastazione ambientale”, in una sorta di passaggio di testimone dopo la protesta planetaria dei loro figli, la settimana scorsa.

“Esprimiamo la nostra rabbia – sottolineano ancora le Mamme No Pfas – per quanto sta accadendo nei nostri territori, avvelenati dalle industrie e minacciati dalla costruzione di nuove opere dannose per l’ecosistema, e per quanto riguarda il futuro, ci limitiamo ad elencare alcuni temi che vorremmo discutere con i vertici della Regione al prossimo incontro:

  • I risultati della caratterizzazione del sito Miteni (richiesta nell’ottobre scorso)
  • La messa in sicurezza del sito Miteni e la funzionalità della barriera idraulica,
  • L’applicazione della delibera Regionale n. 360 del 22 marzo 2017 (incompatibilità ambientale della Miteni)
  • Progetto di bonifica e tempi di esecuzione della stessa (richiesto nell’ottobre scorso)
  • Realizzazione dei nuovi acquedotti
  • Geolocalizzazione delle analisi degli alimenti (richiesto nel 2017)

Lasciamo che gli uomini rispondano alle loro coscienze e, nel caso, alla giustizia, mentre chiediamo con forza che le istituzioni rispondano ai cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *