Breaking News
“Sogno di una notte di mezza estate” di scena a Vicenza (Foto di Chiara Calabrò)
“Sogno di una notte di mezza estate” di scena a Vicenza (Foto di Chiara Calabrò)

Il “Sogno” shakespeariano al Comunale di Vicenza

Vicenza – Torna in scena  Shakespeare nella prossima proposta del cartellone di prosa del Teatro Comunale di Vicenza. Si tratta di una nuova edizione, in chiave moderna, del “Sogno di una notte di mezza estate”, adattamento e regia di Massimiliano Bruno, in programma martedì 19 e mercoledì 20 marzo, alle 20.45, in Sala grande. Protagonisti sono Stefano Fresi, Violante Placido e Renato Arcuri, per uno spettacolo prodotto da Francesco e Virginia Bellomo per Corte Arcana.

“L’obiettivo della rilettura del testo shakespeariano – si legge nella presentazione – è quello di renderlo contemporaneo, quasi pop, per suscitare le reazioni del pubblico, per divertire e far riflettere, vivere nella verità del sogno oltrepassando i limiti e il conformismo che la razionalità impone. Anche l’interpretazione di attori, volti noti al grande pubblico come Stefano Fresi o Violante Placido, rientra in questo progetto di attualizzazione del grande testo classico”.

Ci sarà anche il consueto Incontro a teatro, che precede abitualmente lo spettacolo e che, in entrambe le date, sarà al Ridotto alle 20, condotto da Antonio Di Lorenzo, giornalista del Giornale di Vicenza. Per le due date del “Sogno” in programma al Teatro Comunale di Vicenza ci sono ancora pochi posti disponibili. Lo spettacolo, in due atti con un intervallo, dura complessivamente due ore e 15 minuti. Ricordiamo che, come sempre, i biglietti son o disponibili anche online sul sito www.tcvi.it.

Il testo shakespeariano che andrà in scena al Comunale è uno spettacolo nel quale le doti visionarie del regista danno un tocco di affascinante di novità, “in un gioco teatrale – spiegano ancora gli organizzatori – che mantiene lo spirito shakespeariano della commedia, esaltandone però l’aspetto grottesco e leggero. Si tratta di un’operazione vincente, con un cast di validi attori che si calano perfettamente in questa follia circense, coloratissima e sostenuta da un grande ritmo che fa volare le due ore piene di spettacolo. La nuova edizione del Sogno è un vero e proprio teorema sull’amore, ma anche sul nonsense della vita degli uomini che si rincorrono e che si affannano per amarsi, che si innamorano e si desiderano senza spiegazioni, che si incontrano per una serie di casualità di cui non sono padroni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *